Quantcast

Cislago, assessori che cambiano a ritmo vertiginoso

Il primo fu Lista nel 2017, poi Campanella, Broli, Paticella, senza dimenticare i consiglieri delegati Melis (dimessa) e Cristiano Fagioli (deleghe rimesse). Una situazione in continua evoluzione

Coronavirus: il minuto di silenzio per le vittime nei comuni varesini

È uno dei ruoli più scomodi e “insicuri” del panorama amministrativo, quello di assessore nel Comune di Cislago.

Negli ultimi mesi c’è stato un turbine di cambi, dovuti a dissidi personali, impegni di lavoro, rapporti interni alla maggioranza guidata dal sindaco leghista Gianluigi Cartabia.

In ordine di tempo, nel 2017 aveva lasciato il proprio incarico di vicesindaco Luciano Lista, attuale capogruppo di Fratelli d’Italia (con lui ci sono Elisa Bianco e Cristiano Fagioli), che da qualche mese garantisce l’appoggio esterno alla maggioranza.

Ad aprile 2020 ha lasciato la poltrona di assessore a Istruzione e Cultura Marzia Campanella, per motivi personali e per un rapporto ormai insostenibile con il resto della maggioranza, sostituita dall’esterna Deborah Patti. A giugno ha lasciato il proprio incarico Chiara Broli, vicesindaco e assessore a Servizi sociali, Sport e Tempo libero: anche questa volta il cambio è stato spiegato con una scelta personale, dettata dal clima instaurato nell’amministrazione comunale a seguito delle dimissioni di Marzia Campanella. Broli è stata sostituita come assessore a Sport, Rapporti con le associazioni e Pari opportunità da Elisabetta Turconi (anche lei ha minacciato le dimissioni prima della nomina ad assessore), mentre come vicesindaco è stato incaricato Luca Dosso. Poco prima di Turconi aveva lasciato anche Valentina Melis, consigliera delegata proprio alle Pari Opportunità: anche lei aveva lasciato dopo il consiglio comunale turbolento che aveva seguito l’addio alla poltrona di assessore e al consiglio comunale di Campanella.

In agosto anche Cristiano Fagioli, consigliere comunale di Fratelli d’Italia, ha rimesso le deleghe di supporto politico-amministrativo al sindaco in merito a sistemi di videosorveglianza e controllo di vicinato, analisi del Piano Urbano del Traffico, regolamentazione della gestione delle sale da giocoe politiche per l’integrazione, accusando Cartabia di aver preso “una deriva autoritaria”.

Ora le dimissioni di Fabio Paticella, assessore al Bilancio in quota Forza Italia, che lascia per motivi di lavoro. Pochi giorni fa il gruppo di opposizione ViviCislago aveva sollevato alcuni dubbi in merito alle sue prolungate assenze dal consiglio comunale e dalle giunte, accuse a cui Paticella aveva replicato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore