Quantcast

“ChieseAperte 360°”: il 26 novembre la presentazione del progetto di Cantastorie e Comunità pastorale 

A Saronno una serata per conoscere il progetto nato dalla collaborazione tra la Comunità pastorale "Crocifisso Risorto" e l'associazione Cantastorie. In programma un concerto e l'inaugurazione di un'installazione artistica nella chiesa di San Francesco

Generica 2020

“Una nuova prospettiva: ChieseAperte, dialogo tra contemporaneo e antico” è il titolo della serata che si terrà venerdì 26 novembre alle ore 21:00 nella chiesa di San Francesco di Saronno.

La serata sarà la presentazione ufficiale del progetto “ChieseAperte 360°”, partito in città con la Festa del Trasporto 2021 e che si concluderà il prossimo anno con la Festa del Trasporto 2022.

“ChieseAperte 360°”, dialogo tra contemporaneo e antico

Il progetto nasce dalla collaborazione della Comunità pastorale “Crocifisso Risorto” con l’associazione culturale Cantastorie di Saronno e ha ottenuto un finanziamento dalla Fondazione comunitaria del Varesotto tramite il bando “Arte&Cultura 2021”.

Lo scopo del progetto è duplice: valorizzare il patrimonio artistico-culturale ecclesiastico e rafforzare l’identità socioculturale cittadinanza coinvolgendo i residenti, in particolare modo i giovani, in eventi e iniziative per riscoprire i tesori artistici presenti nella città in cui vivono.

Tutto ciò verrà realizzato tramite la formazione di volontari dell’associazione Cantastorie, che condurranno visite guidate all’interno delle chiese, un portale web multilingue che conterrà un’introduzione storico-artistica delle chiese, un tour a 360° degli interni dei luoghi di culto e la possibilità di prenotare visite guidate sia in presenza che online ai beni monumentali ecclesiastici. A questo si aggiungerà la realizzazione di un podcast che racconterà storie di vita saronnesi, il riordino e la parziale digitalizzazione dei tre archivi storici (Prepositurale, Santuario e San Giovanni Battista).

“ChieseAperte 360°” è patrocinato dal Comune di Saronno e per la sua realizzazione usufruirà di una sinergia fra le risorse sociali, culturali ed economiche del territorio: collaboreranno al progetto infatti il Rotaract Saronno, la Fondazione Daimon, il Liceo Classico S.M. Legnani, il gruppo scout AGESCI Saronno 1.

Il programma dell’evento del 26 novembre

La serata sarà introdotta dal concerto di musica rinascimentaleCanzoni e diminuzioni al tempo di Gaudenzio Ferrari” della Civica Scuola di Musica “Claudio Abbado” di Milano. Cinque musicisti eseguiranno musiche del 1500 con uno degli strumenti, il flauto a traverso, raffigurato negli affreschi di Gaudenzio Ferrari del Santuario di Saronno. Particolarità dello spettacolo musicale sarà l’esecuzione del brano “La Saronno” di Antonio Mortaro, frate francescano minore, bresciano d’origine ma attivo anche a Milano e Novara che visse a cavallo tra il 1500 e il 1600.

“Il concerto ci darà un esempio della sonorità in voga nel 1535, anno in cui Gaudenzio Ferrari esegu ìl il suo capolavoro con 140 angeli musicanti nel Santuario della nostra città – spiegano gli organizzatori -. Saranno eseguiti brani strumentali di autori Italiani ed Europei, viventi ed attivi esattamente in quegli anni. Stabiliremo così un legame diretto tra la chiesa di San Francesco (anch’essa ricca di tradizione musicale legata a fra Sisto Reina) ed il Santuario, l’altro grande monumento religioso ed artistico saronnese compreso nel progetto ChieseAperte 360°”.

Seguirà la presentazione vera e propria del progetto “ChieseAperte360°” e l’inaugurazione dell’installazione artistica di Franco Marrocco, docente di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, di cui dal 2012 al 2018 è stato Direttore.

Generica 2020

L’opera dal titolo “Illumina le tenebre de lo core mio” verrà posizionata nello spazio attualmente vuoto al di sopra dell’antica cappella di San Cosa e Damiano (in foto qui sopra), all’inizio della navata laterale destra della chiesa di San Francesco.

La locandina dell’evento:

 

di rizzo_v@yahoo.it
Pubblicato il 18 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore