Quantcast

Saronno, come sarà formato il prossimo consiglio comunale?

Le ipotesi in caso di vittoria di Alessandro Fagioli o di Augusto Airoldi. Tutto può cambiare in caso di nomine degli assessori scelti tra i più votati nelle varie liste

Primo consiglio comunale Saronno, la serata

Mancano poche ore al ballottaggio che stabilirà chi sarà il prossimo sindaco di Saronno, si vota dalle 7 alle 23 di domenica 4 ottobre e dalle 7 alle 15 di lunedì 5 ottobre, con spoglio immediato delle schede elettorali.

Dopo gli incontri e i bagni di folla di mercoledì, di mattina al mercato per entrambi i candidati, poi tra pomeriggio e serata Alessandro Fagioli con l’assessore regionale al Welfare Gallera e con la senatrice di Fratelli d’Italia Daniela Santanchè, Augusto Airoldi con Beppe Sala e Nicola Zingaretti in una piazza Libertà gremita di gente, è tempo di pensare al dibattito tra i due candidati di questa sera, giovedì 1 ottobre, al Teatro Giuditta Pasta di Saronno alle 20.30.

I due candidati partono quasi alla pari dopo il risultato del primo turno. Fagioli e il centrodestra (Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia e Saronno al Centro) col 36,61%, Airoldi (Pd, Tu@ Saronno e Lista Civica Airoldi Sindaco) col 34,62%. Una distanza di 386 voti tra i due sfidanti, che il candidato del centrosinistra ha provato a colmare con l’apparentamento con Obiettivo Saronno, che al primo turno ha raggiunto il 12,5% e 2302 voti, e con l’accordo con parte della coalizione di Pierluigi Gilli (Con Saronno, Italia Viva e + Europa, mentre Azione ha scelto l’astensione, come il Movimento 5 Stelle), che al primo turno ha collezionato 2203 voti pari all’11,75%, divisi tra le due liste che lo appoggiavano in questo modo: Con Saronno ha preso 1563 voti pari all’8,61%, Azione, Italia Viva e +Europa il 2,86% pari a 519 voti.

Una delle domande che serpeggia nelle ultime ore è quella sul prossimo consiglio comunale, anche alla luce dell’apparentamento. Ecco cosa potrà succede in caso di vittoria di Alessandro Fagioli e nel caso vinca Augusto Airoldi. La maggioranza ottiene 15 consiglieri più il sindaco, l’opposizione 9: i seggi assegnati al consiglio comunale vengono ripartiti tra le liste e i gruppi di liste, in proporzione alle rispettive cifre elettorali utilizzando il metodo d’Hondt.

TUTTI I DATO SULLE ELEZIONI A SARONNO

VITTORIA DI ALESSANDRO FAGIOLI – Il primo cittadino uscente, in caso di vittoria al ballottaggio otterrà 15 consiglieri comunali così divisi: 10 della Lega (il presidente del consiglio comunale uscente, fratello del candidato sindaco, Raffaele Fagioli, il segretario cittadino Claudio Sala, il coordinatore dei giovani padani Riccardo Guzzetti, l’assessore uscente Pierangela Vanzulli, il capogruppo uscente Angelo Veronesi, i consiglieri comunali uscenti Davide Borghi, Carlo Pescatori, Giuseppe Mai, Anna Maria Sironi ed Andrea Depalo unica novità), 2 di Fratelli d’Italia (gli assessori uscenti Gianpietro Guaglianone e Gianangelo Tosi), 2 di Forza Italia (il coordinatore cittadino Agostino De Marco e l’assessore uscente Maria Assunta Miglino) e 1 di Saronno al Centro (un altro assessore uscente, Dario Lonardoni).

9 i seggi per l’opposizione: 5 alla coalizione di Airoldi di cui 3 al Pd (lo stesso Airoldi, il capogruppo uscente Francesco Licata e la consigliera comunale uscente Ilaria Maria Pagani), 1 alla lista civica Airoldi sindaco (Laura Succi), 1 a Tu@Saronno (il consigliere comunale uscente Franco Casali); 2 ad Obiettivo Saronno (Novella Ciceroni, Luca Amadio), 2 a Con Saronno (Pierluigi Gilli, Gabriele Musarò).

VITTORIA DI AUGUSTO AIROLDI – Se vince Airoldi, i 15 consiglieri comunali sarebbero così divisi: 6 al Pd (Francesco Licata, Ilaria Maria Pagani, Mauro Rotondi, Mauro Lattuada, Giulia Mazzoldi, Simone Galli), 3 alla lista civica Airoldi sindaco (Laura Succi, Andrea Picozzi e Mattia Cattaneo), 2 a Tu@Saronno (Franco Casali e Nourhan Moustafa), 4 a Obiettivo Saronno grazie all’apparentamento (Novella Ciceroni, Luca Amadio, Luca Davide, Cristiana Dho).

I 9 dell’opposizione sarebbero 5 per la Lega (Alessandro Fagioli, Raffaele Fagioli, Claudio Sala, Riccardo Francesco Guzzetti, Pierangela Vanzulli, con l’esclusione di nomi pesanti come Davide Borghi e Angelo Veronesi), 2 a Con Saronno (Pierluigi Gilli, Gabriele Musarò), 1 a Forza Italia (Agostino De Marco), 1 a Fratelli d’Italia (Gianpietro Guaglianone).

Per la maggioranza, potrebbero (in entrambi i casi) esserci cambi rispetto a quanto previsto, se qualche consiglierecomunale eletto venisse nominato assessore. In quel caso, risulterebbe eletto il consigliere comunale più votato e così di seguito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore