Quantcast

Sono tre i pulcini di gheppio nati tra le fessure del castello di Cislago

Come lo scorso anno, una coppia di gheppi ha nidificato all'interno di una fessura delle due torri dell'antica fortezza

Sono tre i pulcini di gheppio nati tra le fessure del castello di Cislago

Hanno poche settimane di vita i tre pulcini di gheppio nati tra le fessure del Castello Visconti Castelbarco di Cislago (le foto di copertina sono di Giorgio Trespioli).

Galleria fotografica

Sono tre i pulcini di gheppio nati tra le fessure del castello di Cislago 3 di 3

Come lo scorso anno, una coppia di Falco tinnunculus ha infatti nidificato all’interno di una fessura di una delle due torri dell’antica fortezza. «Si sono schiusi qualche settimana fa – spiega Giorgio Trespioli, guardia ecologica volontaria del coordinamento dei Plis dell’ Insubria-Olona -. Al momento sono ancora imbeccati dai genitori. Via via che cresceranno e si rinforzeranno, spiccheranno poi i primi voli, per poi diventare sempre più autonomi e creare una loro vita».

Ad inizio maggio Giorgio insieme ad un’altra guardia ecologica volontaria, aveva accompagnato un centinaio di giovani studenti della scuola primaria del paese ad osservare con un potente binocolo mamma gheppio, all’interno del “nido” intenta a prendersi cura della covata.

A Cislago bambini e maestre alla scoperta di gheppi e rondoni, ospiti speciali del castello Visconti Castelbarco

Oltre ai gheppi, tra le fessura delle mure dell’antico castello è possibile osservare in questo periodo dell’anno una nutrita colonia di rondoni, che arrivano qui la primavera di ogni anno e per poi ripartire tra la fine di luglio e inizio agosto verso i luoghi svernamento africani.

di rizzo_v@yahoo.it
Pubblicato il 27 Maggio 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Sono tre i pulcini di gheppio nati tra le fessure del castello di Cislago 3 di 3

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore