Quantcast

Il ruolo della qualità dell’aria nel degrado dei beni culturali. L’iniziativa di approfondimento al Santuario di Saronno

Si tratta di incontri di approfondimento, organizzati con il patrocinio del Comune di Saronno dall'Associazione Italiana di Archeometria, per venerdì 20 e sabato 21 maggio

Il Santuario della Beata Vergine: il tripudio dell’arte rinascimentale nel cuore di Saronno

“Il ruolo della qualità dell’aria in ambiente indoor nel degrado dei beni culturali” è il titolo dell’evento che si terrà a Saronno venerdì 20 e sabato 21 maggio presso il Santuario Beata Vergine dei Miracoli.

Si tratta di incontri di approfondimento, organizzati con il patrocinio del Comune di Saronno dall’Associazione Italiana di Archeometria, dalla durata di circa 1 ora e 30 minuti, che verranno ripetuti più volte nel corso delle due giornate.

L’obiettivo è quello di favorire ed incentivare la conoscenza sullo studio della qualità dell’aria in ambiente indoor al fine di far conoscere le problematiche connesse alla salvaguardia dei Beni Culturali. Verranno inoltre mostrati alcuni risultati relativi alle prime indagini analitiche eseguite su alcuni affreschi di Bernardino Luini e sarà possibile vedere da vicino alcune strumentazioni utilizzate sia nel monitoraggio della qualità dell’aria, che per la campagna diagnostica eseguite su alcune opere all’interno del Santuario.

L’iniziativa è organizzata all’interno della rassegna nazionale “Arte è Scienza”, organizzata dall’Associazione Italiana di Archeometria per far riflettere sul rapporto tra i beni culturali e le tecniche scientifiche nell’ambito dello studio di siti e reperti archeologici, nella ricostruzione dell’ambiente storico, nella diagnostica delle opere d’arte e nella conservazione del nostro patrimonio artistico e culturale. Presso musei, siti archeologici e chiese di tutta Italia è prevista la presenza di ricercatori di università ed altri enti di ricerca, allo scopo di dare la possibilità ai visitatori di avere informazioni sull’utilizzo di metodologie scientifiche per la diagnostica, la conservazione e la valorizzazione dei reperti e delle opere.

A Saronno saranno presenti l’architetto Carlo Mariani, redattore del progetto che ha permesso il recente restauro di una parte degli affreschi della chiesa San Francesco della città, Paola Fermo del Dipartimento di Chimica dell’Università degli Studi di Milano, Roberto Bonomi della Scuola di Restauro ENAIP Botticino, la restauratrice Carola Ciprandi, Francesca Volpi e Giacomo Fiocco del Laboratorio Arvedi, CISRiC dell’Università di Pavia.

Per partecipare all’iniziativa è necessaria la prenotazione all’indirizzo e-mail valeria.comite@gmail.com. Saranno maggiormente accettate le prenotazioni delle scuole con preferenza delle scuole secondarie di II grado, ma saranno anche aperte le prenotazioni al pubblico o a chiunque decida di intervenire.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore