Quantcast

Urbanismo tattico e riqualificazione di spazi urbani. A Saronno l’assessore Merlotti chiama a raccolta i cittadini

L'appuntamento informale, per chi lo desidera, è in programma per domenica 8 maggio in via Amendola, con l'invito a portare scopa, rastrello, sacchi di plastica e guanti per ripulire l'area verde della zona. L'obiettivo è tornare a discutere con i cittadini di "urbanismo tattico"

Saronno, si tingono di colore le panchine del Matteotti

È una chiamata a contribuire attivamente al cambiamento della città quella che Alessandro Merlotti, assessore alla Rigenerazione urbana del Comune di Saronno, ha rivolto a più riprese alla cittadinanza nei giorni scorsi.

L’appuntamento informale, per chi lo desidera, è stato programmato per domenica 8 maggio – con l’invito a portare scopa, rastrello, sacchi di plastica e guanti – alle ore 9:00 presso l’area verde di via Amendola, nel quartiere Matteotti, zona sud ovest della città, costruita per operai e impiegati negli anni ’30.

Un invito informale, rivolto a tutti tramite la proprio pagina Facebook, che ha il duplice scopo di dare una pulita all’intera area e tornare a mettere al centro del dibattito il cosiddetto tema dell’urbanismo tattico e della rivitalizzazione del quartiere.

Proprio lì, nel cuore del Matteotti, il 1° maggio del 2021 si era svolta una riunione, altrettanto informale, tra cittadini e rappresentati dell’amministrazione comunale, nella quale si era affrontato il tema della riqualificazione dell’area verde e dell’intera zona. Aveva poi fatto seguito la riqualificazione della targa dedicata a Giacomo Matteotti e la tinteggiatura delle panchine in cemento di quella zona ad opera di un gruppo di ragazzi dei Giovani in Campus, il progetto dell’Informa Giovani del Comune di Saronno.

Alessandro Merlotti
In foto, l’assessore Alessandro Merlotti

«Quello della pulizia è un pretesto per fare una chiacchierata, riprendere i contatti con i residenti e tornare a ragionare quello che pomposamente avevamo definito l’anno scorso come “urbanismo tattico”» spiega l’assessore Merlotti. 

Urbanismo tattico che consiste in interventi mirati e a basso costo di realizzazione che partano dal basso, dai cittadini, magari di forte impatto visivo e comunicativo (un esempio è piazza Dergano a Milano) e che inneschino un circolo virtuoso che porti ad una migliore vivibilità della zona, partendo appunto dal coinvolgimento dei cittadini che la vivono e la frequentano giornalmente.

Un progetto pilota che potrebbe partire a Saronno dal quartiere Matteotti appunto, ma che in futuro potrebbe essere replicato in altre zone della città. Come ad esempio? «Piazza De Gasperi, piazza del Mercato, le aree che stanno al di là della stazione, come via de Balaguer» risponde Merlotti.

«Mi aspetto di suscitare l’interesse di qualche soggetto che poi dovrà organizzarsi e auto-organizzarsi – conclude l’assessore -. L’amministrazione comunale può fare da stimolo, ma queste sono iniziative che avvengono su iniziativa del privato e dei cittadini, meglio ancora se organizzati in associazioni o comitati. Diversamente, operazioni messe in campo dalle amministrazioni rischiano di essere delle opere pubbliche camuffate. La spinta dal basso è fondamentale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore