Quantcast

Il preside del Liceo Legnani: “Fatta verifica interna. Occorre da tutti più consapevolezza e responsabilità”

Il chiarimento del dirigente scolastico del Liceo Legnani di Saronno, Mario Parabiaghi, il giorno seguente la pubblicazione di una lettera aperta scritta dalla mamma di uno studente risultato positivo al Coronavirus

Liceo Legnani di Saronno: la scuola

Il dirigente scolastico del Liceo “Stefano Maria Legnani” di Saronno Mario Parabiaghi risponde pubblicamente alla lettera inviata martedì 28 dicembre a VareseNews dalla mamma di uno studente, che ha raccontato come il figlio sia risultato positivo al Coronavirus insieme ad altri 11 compagni, dopo un “torneo/gioco” tra classi organizzato dai docenti.

Dato l’aggravarsi generale della situazione sanitaria, la scuola aveva predisposto in via precauzionale per il 21 e il 22 dicembre, gli ultimi giorni prima delle festività natalizie, la didattica a distanza per tutti gli studenti di tutte le classi.

Di seguito il chiarimento del dirigente scolastico Mario Parabiaghi:

“Il Liceo Legnani, anche a seguito delle informazioni raccolte da alcuni genitori, ha predisposto una verifica interna in merito a quanto segnalato a mezzo stampa circa il rispetto nei vari ambienti dei protocolli di sicurezza attivati in conformità con le disposizioni vigenti della normativa anti-Covid.

Da quanto emerso, non è stato svolto un torneo tra classi, come invece riportato, ma giochi in palestra dove alcune classi si sono confrontate rimanendo però ciascuna nella propria “bolla” di sicurezza. Alcuni alunni risultavano già positivi alla data dello svolgimento di tali giochi e quindi non presenti in Istituto.

Come dimostrano le cifre esponenziali dei contagi, inoltre, non è possibile avere certezze circa l’origine del contagio, se proveniente dalle aule scolastiche, da una frequentazione esterna, dall’utilizzo non corretto dei dispositivi di protezione o da una festa affollata organizzata dagli studenti stessi, esternamente all’Istituto, nei giorni precedenti il Natale. La stessa disposizione di Didattica a Distanza è stata emanata per ragioni massimamente precauzionali, dato l’incremento di casi in tutto il bacino di utenza dell’Istituto, e non certo per un’attività scolastica avvenuta tre giorni prima, tempistica chiaramente non congrua con un riscontro epidemico.

In questi mesi il Liceo Legnani ha attivato tutti i protocolli anti-contagio e ha cercato di alleggerire le presenze in palestra, proponendo anche progetti alternativi attraverso il Dipartimento di Scienze Motorie: in primo luogo con lo svolgimento di attività presso la piscina cittadina (occasione purtroppo non sempre sfruttata dalle classi) e nei prossimi mesi di gennaio e febbraio con attività di classe e individuali all’aperto presso la locale pista di pattinaggio. La segnalazione, discussa dai rappresentanti anche presso il Consiglio d’Istituto, è ritenuta dalla Presidenza e dai Docenti comunque preziosa per una sempre maggiore attenzione e per una ulteriore verifica, che verrà effettuata prima del rientro, dei protocolli vigenti e della loro attuazione”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore