Quantcast

Positivi al covid dopo un torneo tra classi. Una mamma scrive al preside del Legnani di Saronno

La lettera indirizzata al Dirigente scolastico dell'Istituto saronnese inviata a VareseNews dalla mamma di uno studente, risultato positivo al Coronavirus insieme ad altri 11 compagni, dopo un torneo tra classi organizzato dai docenti

Generica 2020

È una lettera aperta indirizzata al dirigente scolastico del Liceo “Stefano Maria Legnani” di Saronno, Mario Parabiaghi, quella che abbiamo ricevuto a VareseNews nella mattina di martedì 28 dicembre.

Una lettera di protesta, scritta e firmata dalla mamma di uno studente della scuola, che però preferisce rimanere anonima. Il genitore racconta di un torneo organizzato dai professori di educazione fisica tra diverse classi e della successiva scoperta di 12 casi di positività al Coronavirus solo nella classe del figlio, che aveva partecipato al gioco.

Lunedì 20 dicembre proprio una circolare firmata dal preside aveva predisposto per il 21 e il 22 dicembre, gli ultimi giorni prima delle festività natalizie, la didattica a distanza per tutti gli studenti di tutte le classi, un provvedimento precauzionale motivato dall’aggravarsi della situazione sanitaria.

Riportiamo di seguito la lettera integrale: 

Caro Preside, come sta?

Sta passando delle buone vacanze natalizie? Me lo chiedo perché le abbiamo aspettato tanto un po’ tutti, soprattutto i nostri ragazzi. Non mi sono presentata, sono la mamma di un ragazzo di quarta del suo liceo. Un bravo ragazzo, scrupoloso, attento a tutte le norme covid, un bravo ragazzo che aspettava di trascorrere finalmente un Natale in famiglia, non grandi cose caro Preside, un pranzo con la nonna e la cuginetta appena nata.

Poi succede che il venerdì precedente alla chiusura delle attività scolastiche mi racconta di un torneo/gioco misto tra classi, organizzato dai prof. di educazione fisica. Mi chiedo come sia possibile… più classi, senza mascherine, ma non mi pongo domande, mi voglio fidare della competenza dei nostri docenti.

In una situazione di pandemia del genere, con un aumento esponenziale di casi postivi, nessun docente commetterebbe un tale errore.

Passa il weekend e arriva, caro Preside, la sua circolare di Dad per gli ultimi due giorni di lezione, che strano. Sento i pareri degli altri genitori e alcuni sperano in una sanificazione del liceo. Io ho un brutto presentimento. Lo riassumo, caro Preside, un po’ tipo Cassandra, non era una visione… solo nella nostra classe 12 alunni su 21 positivi. Si vanno ad aggiungere i genitori, i fratelli e gli amici… un vero focolaio, caro Preside. Il Liceo Legnani di Saronno un gigantesco focolaio. 

Natale svanito. Niente pranzi. Niente abbracci. Tanti dubbi. Tanto rammarico.

Caro Preside, spero che il suo Natale non sia stato rovinato come il nostro, ma soprattutto spero voglia informarsi tra i nostri docenti se ciò che hanno fatto era necessario e se servirà un giusto richiamo o provvedimento. Ormai non torneremo indietro ovvio, ma con quale spirito torneranno in classe i nostri ragazzi, come affronteranno il pentamestre avendo passato le uniche vacanze rinchiusi con terapia farmacologica?

Caro Preside, parlo a nome di tanti e non di tutti, ma questo Natale è propio inclassificabile.

La mamma di un ragazzo positivo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore