Quantcast

Reddito di cittadinanza e progetti utili alla collettività. Cartabia Sindaco chiede delucidazioni alla Giunta

L'interrogazione consiliare dovrebbe essere calendarizzata in occasione del prossimo Consiglio comunale

Generica 2020

Quanti cislaghesi beneficiano del Reddito di Cittadinanza? Quanti progetti utili alla collettività (PUC) sono attivi? 

Sono alcune delle domande contenute nell’interrogazione consiliare presentata lo scorso 16 novembre dalla consigliera del gruppo Cartabia Sindaco Marisa Rimoldi all’amministrazione Calegari.

«Il nostro gruppo ritiene che i PUC debbano essere necessariamente occasione di inclusione, crescita, possibilità di acquisire nuove competenze e utili a mantenere la giusta dignità personale – spiega la consigliera Rimoldi -. Non devono essere visti solo come la possibilità per l’amministrazione di manodopera gratuita. Il PUC è anche l’opportunità per conoscere le problematiche dei beneficiari; la domanda di RDC è o dovrebbe essere indice di un disagio sociale del richiedente e dell’intera famiglia. Ci auguriamo che tutte queste considerazioni siano già state fatte e che il RDC sia solo il punto di partenza per un progetto sociale superiore».

L’interrogazione dovrebbe essere calendarizzata in occasione del prossimo Consiglio comunale, insieme alla mozione del centrodestra per chiedere la devoluzione delle indennità di tutti gli amministratori comunali in favore del fondo comunale di solidarietà e del gruppo Cislago in Comune per la Giornata nazionale dell’albero.

Le richieste dell’interrogazione consiliare: 

Si chiede:

1) Il numero complessivo dei beneficiari del reddito di cittadinanza del Comune di Cislago;

2) Se nel nostro Comune sono attualmente attivi dei Progetti Utili alla Collettività e, in caso affermativo, se sono stati resi disponibili tramite la Piattaforma GEPI, il “catalogo” dei progetti e delle loro caratteristiche, che deve essere aggiornato mensilmente;

3) Di precisare numero, tipologia e finalità dei progetti, indicando data di partenza e termine, numero di persone impiegate, obiettivi e risultati raggiunti nell0ambito di ciascun progetto;

4) Se è intenzione di questa amministrazione attivare nuovi progetti, precisando in tal caso le tempistiche di attuazione, i settori di intervento e le finalità;

5) Il numero delle persone di Cislago non tenute alla partecipazione o esoneratili, ma che possono aderire volontariamente.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore