Quantcast

Dal campo in sintetico al centro sportivo all’ex Con.bi, Cartabia commenta i cantieri avviati a Cislago

L'ex sindaco di Cislago Gian Luigi Cartabia commenta i cantieri pubblici già iniziati o in partenza sul territorio comunale

Gian Luigi Cartabia

L’ex sindaco di Cislago Gian Luigi Cartabia commenta i cantieri pubblici già iniziati o in partenza sul territorio comunale.

Inizia dall’aggiudicazione dei lavori per la realizzazione del nuovo campo di calcio in sintetico presso il centro sportivo di via Papa Giovanni XXIII: «I lavori sono stati appaltati alla ditta “POLYTAN GMBH” con sede a Burgheim GERMANY per un importo di 573.500,20 euro, meno rispetto a quanto previsto in gara (632.996,62 euro). Questa realizzazione fa parte delle opere compensative che sono state sottoscritte dalla nostra amministrazione dal 2017, con le successive modifiche. I lavori avranno inizio per gennaio 2022 e se non sorgono inconvenienti per maggio /giugno il campo dovrebbe essere terminato. Un’altra opera che la mia amministrazione ha portato a casa per Cislago».

“L’amministrazione comunale rinunci all’indennità in favore del fondo di solidarietà”

L’ex primo cittadino si è espresso anche sul recente avvio dei lavori di sostituzione degli infissi dell’edificio ex I.A.L. e sull’intervento edilizio in corso all’ex Con.bi, entrambi in via Cesare Battisti: «La sostituzione dei serramenti all’ex I.A.L., vecchi di oltre 60 anni, consentirà un considerevole risparmio energetico che influirà sia sulla riduzione della bolletta che sulla diminuzione di gas serra. Il progetto è stato avviato dalla nostra amministrazione e finanziato grazie al contributo regionale. Con il permesso a costruire finalmente sono invece finalmente partiti i lavori per lo spostamento del supermercato Lidl, operazione partita più di due anni fa, che consentirà di avere a disposizione circa 150 parcheggi di cui circa 50 pubblici e i rimanenti a servizio sia pubblico che ad uso del supermercato. Saranno a carico di Lidl la realizzazione della pista ciclabile lungo via Raffaello, l’ampliamento della via 24 maggio con il cordolo di divieto di svolta in corrispondenza dell’uscita di via C.Battisti. Non da ultimo tra oneri vari il Comune incasserà circa 400 mila euro, un tesoretto che abbiamo lasciato ai nuovi amministratori, pari al doppio di quelli che annualmente si incassano; noi progetti già ne avevamo per come utilizzarli vigileremo su come verranno utilizzati dai nuovi amministratori».

«Questa operazione di riqualificazione urbanistica – conclude Cartabia – ha permesso l’eliminazione di oltre 6000 metri cubi di copertura in eternit dai fabbricati industriali che vi erano sul sito. Fatti non parole».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore