Quantcast

Primo Maggio di protesta alla Henkel di Lomazzo

I sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno organizzato un presidio davanti alla sede dell’azienda che ha annunciato la chiusura entro il prossimo giugno

sciopero henkel lomazzo

Primo maggio di protesta alla Henkel di Lomazzo. I sindacati Cgil, Cisl e Uil hanno organizzato un presidio davanti alla sede dell’azienda che ha annunciato la chiusura entro il prossimo giugno.

Galleria fotografica

Sciopero a Lomazzo, lavoratori e sindacati contro la chiusura di Henkel 4 di 21

La Festa dei Lavoratori sarà celebrata davanti ai cancelli dell’azienda dalle 10 alle 13.30 con interventi di Salvatore Monteduro, segretario generale Uil Lario, Paolo Ronchi, segretario generale Femca Lombardia, e Alessandro Pagano, segretario generale Cgil Lombardia.

Un modo per dire, come recita lo slogan dell’evento nazionale, che “L’Italia si cura con il Lavoro”.

Da quando la multinazionale tedesca ha annunciato di voler chiudere lo stabilimento entro giugno lasciando a casa circa 150 persone tra i dipendenti e l’indotto, i sindacati hanno indetto diverse giornate di protesta.

Nello stabilimento di Lomazzo, nato nel 1933 si producono ammorbidenti e detersivi liquidi per il bucato e la pulizia dei piatti a mano per conto dei maggiori marchi del settore, Dixan, Nelsen, Perlana. A rischio ci sono 150 lavoratori tra Henkel e indotto: si tratta di 81 dipendenti Henkel, 14 dipendenti Alpla che per Henkel fa i flaconi di plastica, 15 dipendenti della Castelli Livio che fa autotrasporti e depositi, 21 dipendenti della Polo dei Servizi fa carico camion e prodotti finiti, 13 dipendenti Nit che fa manutenzione, 6 dipendenti della Cattaneo Impianti che fa manutenzione elettrica, 3 dipendenti Sodexo che si occupa della mensa e 7 dipendenti Dsi che fa servizio di portierato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Aprile 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Sciopero a Lomazzo, lavoratori e sindacati contro la chiusura di Henkel 4 di 21

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore