Quantcast

Amazon: “Lavoriamo a stretto contatto con le amministrazioni comunali di Origgio e Uboldo”

La posizione della più grande internet company al mondo interpellata in merito alla situazione del magazzino di Origgio

Generica 2020

«Amazon lavora a stretto contatto con l’amministrazione locale». È questa la posizione della più grande internet company al mondo interpellata in merito alla situazione del magazzino di Origgio, o meglio alle lamentele dei cittadini per il flusso continuo dei furgoni e l’intasamento dei parcheggi nella stessa Origgio e nella vicina Uboldo.

«Abbiamo provveduto a sensibilizzare ulteriormente i nostri fornitori di servizi ribandendo l’importanza di adottare comportamenti rispettosi della comunità», prosegue la nota di Amazon.

Nelle ultime settimane, grazie alle richieste pressanti dei sindaci dei due Comuni, le cinque società in subappalto che si occupano delle consegne dei pacchi sono state invitate a prestare maggiore attenzione allo smaltimento dei rifiuti, alcune aree parcheggio sono state ripulite e sono state attivate procedure per sensibilizzare i dipendenti con nuovi bidoni dove i driver potranno buttare i vari rifiuti, anziché buttarli in giro per i paesi.

Presto i responsabili Amazon e i sindaci di Uboldo e Origgio, Luigi Clerici e Evasio Regnicoli, si incontreranno di nuovo per definire la situazione resa complessa dalle centinaia di furgoni che lavorano per il magazzino Amazon di Origgio, dove lavorano 90 dipendenti assunti a tempo indeterminato dall’azienda.

Per quanto riguarda i parcheggi, Amazon commenta affermando che «è in fase di valutazione l’estensione dell’area parcheggio». Dopo il posizionamento di cartelli di divieti di sosta e disco orario, prima ad Origgio ora ad Uboldo, infatti, una delle società driver ha affittato il parcheggio della ex Lazzaroni, contribuendo a diminuire il numero dei furgoni in giro per i due paesi. Ma non basta: è in fase di stallo, al momento, il progetto di costruzione di un parcheggio multipiano, soluzione che potrebbe risolvere il problema in maniera efficace.

In provincia di Varese, Origgio è l’unico deposito di smistamento attivo. In Lombardia Amazon è presente con gli uffici corporate di Milano, un centro di smistamento a Casirate d’Adda (Bergamo), quattro depositi di smistamento a Milano, Burago di Molgora (Monza e Brianza), Castegnato (Brescia), Buccinasco (Milano) e Peschiera Borromeo (Milano), e un centro di distribuzione urbano Prime Now a Milano.

Furgoni Amazon: verso un nuovo incontro con i sindaci di Uboldo e Origgio

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore