Quantcast

“La prima volta non si scorda mai”: le atlete del Saronno Softball tornano ad allenarsi sul campo

Lo sport saronnese che riparte: dopo un lunghissimo stop causa emergenza coronavirus, tra mascherine e misure di prevenzione le atlete del Saronno Softball tornano ad allenarsi sul diamante, assaporando un graduale ritorno alla normalità

Le atlete del Saronno Softball tornano ad allenarsi sul campo

La prima volta non si scorda mai”: lo sport saronnese riparte e ripartono anche gli allenamenti del Saronno Softball.

Il team, realtà sportiva d’eccellenza della città degli amaretti con diverse atlete candidate alle Olimpiadi di Tokyo, slittate al 2021, è tornato sul diamante per riprendere gli allenamenti collettivi consentiti dal 18 maggio, dopo un lunghissimo stop forzato a causa dell’emergenza coronavirus. Tra mascherine e misure di prevenzione, anche il Saronno Softball torna lentamente ad assaporare quella normalità che manca da troppo tempo.

«Oggi siamo tornati in campo per la prima volta, dopo un’attenta pianificazione e programmazione avvenuta secondo le regole dettate dal protocollo allenamento FIBS, e dopo l’ultimo decreto emanato dal Governo – spiega Giorgia Brambilla, portavoce del Saronno Softball -. Come società abbiamo fatto tutto ciò che era necessario, e anche di più».

Dopo un’ attenta riflessione, la società ha infatti deciso di sottoporre tutte le giocatrici della squadra a test sierologici, presso la clinica del partner Metica, per avere una chiara mappatura dello stato di salute attuale di tutto il team: la richiesta di eseguire lo screening è partita dalle stesse atlete. L’impianto e il materiale da gioco sono stati sanificati grazie al supporto di Ralf, azienda certificata per la sanificazione e sponsor del Saronno Softball.

Gli associati hanno preparato la struttura al meglio, organizzando gli spazi con le giuste distanze e costruendo i percorsi d’ingresso e di uscita, per consentire gli allenamenti in totale sicurezza e nel rispetto delle norme di prevenzione. Per la cartellonistica, il materiale e i dispositivi di protezione necessari la società si è affidata ad Antinfortunistica, azienda specializzata nel settore.

Alle 10.30 l’arrivo delle prime quattro atlete, Arianna Nicolini , Alessandra Rotondo, Sara Brugnoli e Chiara Rusconi, che giunte al campo si sono fermate al punto temperatura per la misurazione della febbre. Il tutto sotto gli occhi dellassessore allo Sport Guaglianone, ospite a sorpresa che ha deciso di assistere al primo allenamento.

«Il momento è stato emozionante – prosegue Giorgia Brambilla – e ancor di più la visita dell’assessore Guaglianone, che ha assistito a parte della prima seduta.
Per il momento volgiamo ringraziare tutte le realtà che ci hanno dato supporto anche tramite donazioni, nonchè i partner e gli sponsor che hanno deciso di ripartire con noi, tra i quali anche Euram Inox TEAM, grazie al quale le nostre atlete hanno potuto avere tutta la dotazione personale per agevolare la ripresa degli allenamenti.
Ringraziamo il Comune che ci sta osservando e affiancando, e la FIBS che ci tiene in costante aggiornamento su quanto sta accadendo nel mondo del softball e che ci ha sostenuto con un primo contributo economico, finalizzato all’acquisto dei dispositivi necessari e idonei per la ripartenza.
Non sarà semplice, ma tutti noi faremo il possibile per gestire questa nuova situazione e onorare il campo. Nonotante alcune limitazioni, la felicità che si intravvedeva sotto le mascherine è stata tanta».

La società ha immortalato il tanto atteso giorno della ripartenza con un video diffuso sui propri canali social:

La prima volta non si scorda mai! Oggi, con tutte le precauzioni necessarie, siamo tornate in campo. Le prime 4 di noi e sotto le mascherine e negli occhi c'erano solo sorrisi e emozioni!Grazie a tutti i nostri partner commerciali, a @fibs_italia e al @comunedisaronno che ci stanno sostenendo e accompagnando. #ilritornoincampo #GoSaronnoGo #inoxteamsaronnosoftball

Pubblicato da Saronno Softball su Lunedì 25 maggio 2020

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Maggio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore