Quantcast

Franco (ViviCislago): “Campanella osteggiata sin dall’inizio da diversi esponenti della maggioranza”

Il consigliere di minoranza Claudio Franco commenta le recenti dimissioni di Marzia Campanella da assessore all'Istruzione e lancia pensati accuse al Gruppo misto che sostiene l'attuale maggioranza: «Sin dall'inizio del mandato, proprio dal vostro gruppo tale assessore è stato più volte osteggiato»

Primo consiglio comunale a Cislago

Claudio Franco, consigliere comunale appartenente al gruppo di minoranza ViviCislago, con un post sulla propria pagina Facebook, risponde alle accuse del consigliere di maggioranza Cristiano Fagioli e commenta le recenti dimissioni dell’assessore alla Cultura e all’Istruzione Marzia Campanella.

«Sostieni che le recenti dimissioni dell’ex-Assessora Campanella non abbiano nulla a che vedere con la politica e con il gruppo di maggioranza, ma che siano dettate solo da scelte personali. Non mi pare proprio che non abbiano un risvolto politico…chiunque abbia letto le dichiarazioni e le motivazioni esposte alla stampa o mezzo social dall’ex assessora, possono dire che lei afferma l’esatto contrario. E, anche oggi via social, ti ha smentito pubblicamente. E’ chiaro ai più, cosa significhi e a chi sia rivolto (sicuramente non si rivolge alle minoranze) il discorso inerente la perdita di fiducia e cosa voglia intendere l’ex assessore nelle sue dichiarazioni. Caro Cristiano, prendiamone atto, e facciamolo onestamente: non solo hanno un risvolto politico ma ti dirò di più hanno anche un risvolto morale, di lealtà e di correttezza. Quella che tra voi è venuta a mancare più e più volte e affermandolo, vorrei fare alcune piccole precisazioni al fine di rinfrescarti la memoria. Sin dall’inizio del mandato, proprio dal vostro gruppo tale assessore è stato più volte osteggiato: basta rileggersi i verbali di consiglio e soprattutto le votazioni (contrarie o astenute) che vi hanno visto principali responsabili dei peggiori attacchi e della conseguente perdita di fiducia da parte dell’assessore in causa… oppure dobbiamo parlare dei messaggi che Voi inoltravate alle minoranze sul suo operato?»

Pesanti le accuse che il consigliere Franco lancia al gruppo misto, che sostiene l’attuale maggioranza e di cui il consigliere Fagioli è capogruppo: «Voi, proprio voi del gruppo misto, che ci avete invitato a casa vostra, offerto il caffè e che avete chiesto a noi, gruppo di minoranza, di presentare mozione di sfiducia proprio verso l’assessora in quota Lega, che proprio più non sopportavate, al fine di costringere il sindaco a nominare in giunta una vostra eletta. I famosi sotterfugi della politica per arrivare ad avere più importanza e visibilità, ai quali, forse, l’ex assessora si è probabilmente ribellata. Testa, la sua, che avreste voluto noi vi servissimo su un piatto d’argento ma che noi ci siamo rifiutati di fare. Tu, proprio tu, che allor correva il dicembre del 2016, non ti facevi problemi a sventolare alle opposizioni a me nello specifico un numero di protocollo per cercare di mettere in difficoltà la tua ex-collega assessora facendo sfregio a ogni valore di lealtà e correttezza».

Tra i commenti al post Facebook del consigliere Claudio Franco, ve ne è uno proprio dell’ex assessore all’Istruzione e alla Cultura Marzia Campanella: «Quante cose mi sono più chiare leggendo questo tuo post – scrive la Campanella – cose per la quale avevo già avuto dubbi, ma credevo in quello che facevo con passione e amore, nonostante non sia mai stata esperta d’amministrazione, ma ho sempre voluto picchiarci la testa, ma alla fine è troppo ! Altro che fattore personale le mie dimissioni sono state date perché sono stata tradita dall’unica persona di cui mi fidavo, perché degli altri la fiducia, dopo tante “bastardate” fatte la mia fiducia l’avevano persa. Ma da lui proprio non mi sarei aspettata una così imperdonabile leggerezza!»

Campanella parla poi di un audio WhatsApp, inviato all’interno di una chat tra i consiglieri di maggioranza, che sarebbe stato diffuso da qualche esponente dell’amministrazione e fatto circolare “per tutto il paese” e che avrebbe causato la definitiva rottura con la maggioranza.  «In quattro anni non mi sono mai permessa di far sfuggire una notizia dalla nostra chat – conclude Campanella – sono stata troppo corretta? Se dovessi farlo cosa succederebbe ? Ma io non sono come loro, non mi abbasso a questo schifo di comportamento che non ha nulla a che vedere con la buona e sana politica, ne tanto meno sono atteggiamenti che giovano al Paese. Grazie di vero cuore per essere stato sincero (riferito al post Facebook di Franco Ndr.) , prima o poi chi ha un’anima non riesce più a tacere e omettere le cattiverie commesse».

Cislago, Fagioli sulle dimissioni di Campanella: “Si è dimessa per motivi personali”

Cislago, l’assessore Campanella si dimette. Cartabia: “Mi spiace, persona lavoratrice”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Aprile 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore