Quantcast

Giochi inclusivi, il Comune di Cislago chiede alla Regione un contributo per il parco di via Leopardi

Il progetto da 31 mila euro presentato dall'ente comunale prevede, in caso di finanziamento, l’installazione di un castello inclusivo e di un’isola multigioco, che potranno essere utilizzati anche da bambini con disabilità

Generica 2020

È pari a poco più di 29 mila euro il contributo a fondo perduto richiesto a Regione Lombardia dal Comune di Cislago per l’installazione di giochi inclusivi, adatti a bambini con disabilità e non, presso il parco comunale di via Leopardi. Lo scorso 28 marzo infatti la Giunta regionale ha infatti approvato per l’anno 2022 i criteri di finanziamento per la realizzazione e l’adeguamento di parchi gioco inclusivi, per percorsi naturalistici accessibili e per la ristrutturazione o riqualificazione di strutture semiresidenziali per persone con disabilità, con l’obiettivo di sviluppare processi di socializzazione e di integrazione delle persone con disabilità motorie, sensoriali, intellettive o di altro genere.

Il parco candidato al bando regionale dal Comune di Cislago si trova nella frazione Massina, all’intersezione di via Leopardi con via Foscolo e nelle vicinanze della scuola primaria “Don Luigi Monza” e della scuola dell’infanzia “Primi Passi”.  Il progetto, dal quadro economico complessivo di 31 mila euro, prevede in caso di finanziamento l’installazione di un castello inclusivo e di un’isola multigioco per bimbi da 0 a 3 anni. 

In aggiunta il progetto prevede la realizzazione di una pavimentazione antitrauma in tutta l’area che verrebbe occupata dalla nuova area gioco e direttamente collegata ai vialetti in calcestruzzo esistenti. L’importo richiesto a Regione Lombardia rappresenta il 95% delle spese ammissibili, mentre a carico del Comune rimarrebbero circa 1.700 euro.

Per il parco di via Leopardi il Comune ha ricevuto nel novembre 2021 un contributo di poco più di 39 mila euro, in seguito alla partecipazione al bando ‘Outdoor’ 2021 di Regione Lombardia. Il progetto da 75 mila euro prevede la realizzazione di un’area di circa 200 mq dedicata allo skyfitness, con attrezzature fruibili anche da parte di soggetti con disabilità e la riqualificazione e l’adeguamento alle norme del C.O.N.I. del campo da basket esistente, con l’obiettivo di promuovere lo sport all’aperto (qui l’articolo).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore