Quantcast

Solidarietà e sport. A Saronno la Repax accoglie due giovani giocatori dall’Ucraina

Sono stati inseriti all'interno della squadra Juniores di calcio a 7. Dalla dirigenza: "Abbiamo voluto fare la nostra parte in questo momento molto difficile"

Generica 2020

Fratellanza e solidarietà sono le parole che descrivono bene l’accoglienza che la Repax, la polisportiva dell’Oratorio Regina Pacis di Saronno, ha riservato a due ragazzi proveniente dall’Ucraina, che sono stati inseriti all’interno della squadra Juniores di calcio a 7, che disputa il campionato CSI.

A Saronno infatti, dallo scorso febbraio, da quando è scoppiato il conflitto in Ucraina, sono arrivate oltre 150 persone, ospitate da parenti e/o conoscenti o da famiglie saronnesi e supportate da una vera e propria macchina della solidarietà costituita dalle associazioni cittadine e coordinata dal Comune.

«Come tante altre realtà, sportive e non, abbiamo voluto fare la nostra parte in questo momento molto difficile, accogliendo nella nostra squadra un paio di ragazzi che hanno raggiunto la nonna, già residente a Saronno, nelle scorse settimane – spiegano dalla dirigenza -. È stata una richiesta che ci è arrivata da un nostro tesserato della squadra Open, quella dei più grandi, la cui famiglia si era attivata per dare supporto a queste persone. È stato quindi un percorso di solidarietà, che ha collegato lo sport alla vita sociale nel quartiere, dove il senso di comunità è molto forte e c’è storicamente una grande disponibilità ad aiutare chi è in difficoltà. Già in passato abbiamo accolto ragazzi provenienti da situazioni difficili, anche di guerra, aiutandoli attraverso lo sport a integrarsi con gli altri, e sappiamo bene che è una sensibilità comune a tante altre realtà sportive».

Attiva da quasi 30 anni, la Repax ha in programma per il 29 maggio il “Repax Day”, un pomeriggio all’oratorio della Regina Pacis in cui famiglie e ragazzi potranno tornare ad incontrarsi e a pensare alle attività del prossimo anno, dopo il lungo periodo di sospensione di eventi aggregativi dovuto alla pandemia.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore