Quantcast

Emergenza profughi, l’accoglienza di Saronno: 157 persone arrivate dall’Ucraina

Alcuni erano solo di passaggio e si sono poi trasferiti in altri Comuni, molti sono invece rimasti a Saronno, ospitati da parenti e/o conoscenti e una trentina hanno trovato la grande disponibilità delle famiglie saronnesi

Presidio pacifista in piazza a Saronno per dire "No alla guerra in Ucraina"

E’ un impegno quotidiano e instancabile quello che l’amministrazione comunale di Saronno sta mettendo in campo per far fronte all’emergenza umanitaria derivante dall’arrivo di chi sta scappando dalla guerra in Ucraina.

Ad oggi (lunedì 14 marzo), sono stati registrati dalla Polizia locale 157 profughi. Non tutti si sono fermati in città: alcuni erano solo di passaggio e si sono poi trasferiti in altri Comuni, molti sono invece rimasti a Saronno, ospitati da parenti e/o conoscenti e una trentina hanno trovato la grande disponibilità delle famiglie saronnesi, pronte ad accogliere nella loro casa venti bambini con le loro mamme.

Nel corso del vertice organizzato nei giorni scorsi dalla Prefettura di Varese con i sindaci dei Comuni della provincia è stato richiesto un supporto per l’assistenza sanitaria e si è ipotizzata la necessità di costituire un Centro di Coordinamento, a cui dovrebbe partecipare anche un rappresentante dell’Ambasciata Ucraina in Italia, per gestire un’accoglienza più strutturata.

L’amministrazione saronnese ringrazia la Prefettura per aver messo a disposizione una dozzina di posti dove poter accompagnare eventuali altri profughi in arrivo nelle prossime ore, qualora non vi siano altre famiglie che possano garantire nuove accoglienze in casa.

Preziosa continua ad essere la collaborazione della Comunità Pastorale “Crocifisso Risorto”, della Caritas, di Fondazione Casa di Marta, del Centro Islamico, dalla Croce Rossa Italiana e di Saronno Amica per il supporto concreto.

Si ricorda il numero di Saronno Amica per ogni informazione legata all’accoglienza e alla disponibilità delle famiglie: 02.82398518.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore