Quantcast

Cartabia Sindaco: “Il Comune coordini le azioni solidali verso la popolazione ucraina”

L'interrogazione della consigliera Marisa Rimoldi avviene alla luce dell'impegno che il Consiglio comunale del paese ha preso lo scorso 28 febbraio: far sentire la solidarietà della comunità cislaghese al popolo ucraino

In piazza a Cislago per la pace in Ucraina

“Serve un coordinamento comunale tra le associazioni, informazioni e supporto alle famiglie che si renderanno disponibili per l’accoglienza e a fornire beni di prima necessità a chi scappa dalla guerra”. È l’istanza rivolta alla Giunta comunale di Cislago dalla consigliera Marisa Rimoldi, del gruppo Cartabia Sindaco, alla luce dell’invasione dell’Ucraina da parte della Federazione Russa iniziata lo scorso 24 febbraio.

L’interrogazione depositata in Comune avviene in seguito all’impegno che il Consiglio comunale del paese ha preso lo scorso 28 febbraio, con l’accordo di tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione: far sentire la solidarietà della comunità cislaghese al popolo ucraino, promuovere in paese iniziative di accoglienza dei profughi, attivarsi per raccolte di beni di prima necessità da inviare in Ucraina.

«È una situazione di assoluta emergenza e l’amministrazione non può temporeggiare – spiega la consigliera Rimoldi -. I cislaghesi hanno sempre dimostrato di non essere secondi a nessuno in solidarietà e anche questa volta ne daremo dimostrazione. Tuttavia occorrono coordinamento tra le associazioni, informazioni e supporto alle famiglie che si renderanno disponibili per l’accoglienza e a fornire beni di prima necessità a chi scappa dalla guerra. Il paese di Cislago è pronto, sarà però opportuno che le azioni vengano coordinate e che vengano garantite efficienza ed efficacia negli interventi».

Secondo l’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni unite per i Rifugiati, la crisi umanitaria conseguente all’invasione russa in Ucraina conta già almeno 1 milione di persone in fuga verso i paesi dell’Europa orientale. A Cislago lo scorso 27 febbraio si era tenuto un corteo pacifico per le vie centrali del paese (nella foto di copertina), in segno di solidarietà alla popolazione civile ucraina e per chiedere la fine del conflitto armato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 Marzo 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore