Quantcast

A Saronno due pietre d’inciampo per ricordare i deportati Luigi Caronni e Pietro Bastanzetti

Le due testimonianze per celebrare il giorno della memoria posizionate nel 2019 e nel 2020

Generica 2020

A Saronno sono due le pietre d’inciampo a testimoniare il sacrificio di cittadini deportati nei campi di concentramento.

Sono dedicate a Pietro Bastanzetti e Luigi Caronni e sono state posizionate nel 2019 e nel 2020.

Pietro Bastanzetti, deportato e morto a Mauthausen-Gusen nel 1944 per avere organizzato gli scioperi di Milano del marzo di quell’anno. Il giorno della posa della pietra, il 26 gennaio 2019, alla presenza dell’artista Gunther Demnig, ideatore di quest’opera d’arte diffusa in tutta Europa, la nipote Maria Bastanzetti ha raccontato la storia della deportazione del nonno, aneddoti e ricordi di famiglia che hanno tracciato la figura del saronnese, ma anche testimoniato il dolore e il coraggio dei familiari. Nel corso della cerimonia anche la lettura delle lettere scritte da Pietro Bastanzetti per la madre e per i figli, rimarcando gli ideali antifascisti e la fiducia in un ritorno che in realtà non c’è stato. Tanti gli applausi dei presenti che hanno salutato i momenti salienti delle missive lette dei nipoti con molta emozione.

Posata la prima pietra d’inciampo a Saronno. Assente l’Amministrazione

Luigi Caronni, cittadino saronnese deportato nel lager di Mauthausen, morì assassinato nell’aprile del 1945. Il 26 gennaio 2020 a Saronno la cerimonia della scoperta della Pietra d’Inciampo a lui dedicata. Le parole dei familiari, come la pro nipote e il nipote Giorgio Mantegazza, hanno ricordato la figura di Caronni e la sua storia, prima di posare davanti all’ingresso del civico 2 di via Caronni la Pietra d’Inciampo in onore del deportato. A pochi metri di distanza anche una targa ricordo volta a valorizzare il patrimonio storico di Saronno ricordando la memoria di personaggi che hanno dato lustro alla città e che hanno servito il territorio locale.

Posata la Pietra d’Inciampo in memoria del deportato Luigi Caronni

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore