Quantcast

Cittadinanza onoraria al Milite Ignoto: a Saronno cerimonie il 21 dicembre e il 20 marzo

Proseguono a Saronno le attività per conferire la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto, come annunciato già durante le celebrazioni dello scorso IV Novembre

Generica 2020

Proseguono a Saronno le attività per conferire la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto, come annunciato già durante le celebrazioni dello scorso IV Novembre.

Il sindaco Augusto Airoldi ed il presidente del consiglio comunale Pierluigi Gilli hanno ricevuto nel palazzo Municipale i presidenti ed i rappresentanti di tutte le associazioni d’arma e combattentistiche saronnesi in merito all’organizzazione degli eventi nella mattinata di martedì 23 novembre.

Dopo l’introduzione del sindaco, che ha confermato la forte volontà dell’amministrazione di aderire all’iniziativa promossa a livello nazionale da ANCI, Medaglie d’Oro al Valor Militare, Associazioni e Ministero della Difesa per onorare il centenario della traslazione all’Altare della Patria in Roma delle spoglie del Milite Ignoto, quale simbolo di tutti i Caduti e della sofferenza degli Italiani, il presidente Gilli ha spiegato dettagliatamente il complesso iter in corso ed ha comunicato che, nella prima metà di dicembre, il Consiglio approverà il Regolamento, già trasmesso a tutti Consiglieri ed esaminato dalla Commissione Statuto, Regolamenti e Normativa Comunale. Ci si è inoltre soffermati sulla circostanza, già nota a tutte le Associazioni presenti, che l’iniziativa della concessione della cittadinanza onoraria Milite Ignoto è stata prorogata al 2 giugno 2022 da Anci, MOVM, Associazioni d’arma, Min. Difesa, per consentire una ancor più vasta adesione dei Comuni italiano (sinora circa 3.500 Comuni su oltre 8.000 hanno aderito).

I rappresentanti delle associazioni oggi presenti hanno non solo accolto la proposta di fissare al 21 dicembre 2021 l’adunanza straordinaria del Consiglio Comunale per il conferimento della cittadinanza onoraria, ma hanno pure apprezzato l’idea di consegnare le insegne della stessa agli alunni dell’Istituto Comprensivo Ignoto Militi di Via Vittorio Veneto il 17 marzo 2022, giorno dell’Unità d’Italia. In merito, le associazioni hanno pure suggerito di posporre la cerimonia al 20 marzo 2022, domenica mattina, per il massimo coinvolgimento della cittadinanza (il presidente Gilli ha fatto notare che, tra l’altro, il 18-22 marzo si ricordano le 5 giornate di Milano), nonché di affiancare alla nostra benemerita banda civica la fanfara dei Bersaglieri e di ottenere la presenza dei Carabinieri in grande uniforme, per sottolineare la solennità dell’evento, in cui si presenteranno anche altre importanti iniziative di coinvolgimenti dei cittadini, soprattutto dei più giovani, già allo studio degli assessori Succi e Musarò.

In un clima collaborativo, si è infine anticipata l’idea di svolgere il consiglio comunale per la deliberazione del conferimento martedì 21 dicembre, in presenza (sindaco, consiglieri, giunta e un rappresentante per ogni associazione con bandiera e labaro) nell’Auditorium “Aldo Moro”, con successivo breve corteo illuminato all’aperto, per deporre una corona d’alloro al monumento ai Caduti: idea accolta con favore ed amplissima disponibilità dalle Associazioni. Ovviamente, tutto ciò nella consapevolezza che si dovranno rispettare rigorosamente le regole di profilassi contro il Covid-19 e gli eventuali provvedimenti restrittivi in caso di recrudescenza della pandemia.

Airoldi e Gilli, a conclusione del proficuo incontro, per cui hanno caldamente ringraziato, hanno sottolineato la soddisfazione per questa pronta condivisione da parte delle Associazioni presenti, che spinge ad organizzare, con la loro partecipazione, delle manifestazioni solenni, belle, significative, votate alla “traditio”, al passaggio di testimone dei valori di unità nazionale, unione, solidarietà, umana pietà, sofferenza per la pace tra le vecchie e le nuove generazioni, rappresentata e riassunta nelle spoglie mortali del Milite Ignoto, simbolo dei tanti “prodi che, per una Madre, l’Italia, lasciarono le Madri”, come leggiamo sul nostro monumento ai Caduti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore