Quantcast

Amazon annuncia la nuova edizione della borsa di studio “Amazon Women in Innovation” per il Politecnico di Milano

La studentessa che si aggiudicherà la borsa di studio di quest’anno si aggiungerà alle giovani donne di talento selezionate nelle precedenti edizioni come destinatarie della borsa di studio grazie ai brillanti risultati raggiunti

Generica 2020

Per il quarto anno consecutivo, Amazon assegnerà ad una studentessa meritevole del Politecnico di Milano la borsa di studio “Amazon Women in Innovation”, parte del programma Amazon nella Comunità, creata per incentivare e aiutare le giovani donne meritevoli a intraprendere un percorso di studi e a soddisfare la propria ambizione di lavorare nel settore dell’innovazione e della tecnologia.

Da sempre, Amazon si impegna ad avvicinare i giovani alle materie STEM (acronimo inglese di Science, Technology, Engineering, Mathematics) e al Coding, in particolar modo le bambine e le ragazze che, ancora per via di stereotipi sociali e culturali, intraprendono poi altri percorsi. In particolare, Amazon Women in Innovation offrirà un finanziamento di €6.000 all’anno, per tre anni, a una studentessa che intenda conseguire una Laurea in Ingegneria Matematica o Informatica presso il Politecnico di Milano. L’Università sceglierà la vincitrice in base a parametri di merito e di reddito, come specificato nel bando di gara. Oltre a supportare economicamente le studentesse per tre anni, Amazon metterà a disposizione una mentor, una manager di Amazon, per aiutare a sviluppare competenze utili per il lavoro futuro, come, ad esempio, le tecniche per creare un curriculum efficace o affrontare un colloquio di lavoro in Amazon o in altre aziende.

«Le borse di studio Amazon Women in Innovation supporteranno giovani ragazze meritevoli a sviluppare le proprie competenze in ambito tecnologico e digitale. Tali competenze sono sempre più richieste nel mondo del lavoro e sono fondamentali per il futuro del Paese – ha dichiarato Mariangela Marseglia, Vice Presidente e Country Manager di Amazon Italia e Spagna -. Siamo da sempre convinti che l’innovazione passi attraverso la diversità di prospettive e per questo siamo costantemente impegnati a costruire un ambiente sempre più inclusivo, non solo nella nostra azienda, ma anche nelle comunità in cui operiamo. Un passo fondamentale è quindi supportare l’accesso all’istruzione e, in particolare, a quei percorsi accademici più tecnici in cui c’è ancora grande disparità di genere».

«Il futuro del Paese dipende da molte scelte che verranno fatte in questo esatto momento, in cui discutiamo di grandi riforme che coinvolgono l’università e il mercato del lavoro, rispetto alle quali la componente femminile non può e non deve essere messa da parte. Le opportunità nel campo dell’innovazione tecnologica per la sostenibilità e la digitalizzazione e in generale dell’ingegneria sono notevoli. Abbiamo a disposizione fondi ed energie che dobbiamo liberare partendo dal capitale umano e dalla valorizzazione del talento. L’iniziativa di Amazon riflette chiaramente questo messaggio, che il Politecnico di Milano è lieto di cogliere all’interno del suo programma Girls@Polimi. Quello di investire sulla capacità: le borse di studio a giovani meritevoli sono il primo passo in questa direzione», ha commentato Donatella Sciuto, Prorettore Vicario del Politecnico di Milano.

Il progetto di borse di studio Amazon Women in Innovation si estende anche al Politecnico di Torino, all’Università di Roma ‘Tor Vergata’ e all’Università degli Studi di Cagliari, università situate nelle città in cui si trovano rispettivamente il Centro di Sviluppo, diversi Centri di Distribuzione, oltre che la sede del Customer Service. Tutte le borse di studio saranno offerte per l’anno accademico 2021/2022.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore