Quantcast

In piazza De Gasperi a Saronno un’installazione in onore del popolo afghano

Le installazioni sono state realizzate con materiale riciclato da Isa Borroni, cittadina saronnese, con l'intento di ricordare il dolore del popolo afghano, in particolare delle donne

Generica 2020

È la saronnese Isa Borroni l’autrice dell’installazione posta su un balcone che affaccia su piazza De Gasperi a Saronno. Dal titolo “Metà del cielo è in gabbia, metà del cielo è vuota”, l’opera, realizzata con materiali riciclati, ha l’intento di ricordare il dolore del popolo afghano, in particolare quello delle donne. 

«Quando un sistema di potere si può reggere solo sulla paura, alle donne tocca sempre pagare il prezzo più alto – dichiara la donna, di professione disegnatrice e amante dell’arte -. L’ esclusione delle donne viene da lontano e si attenua solo quando maggiori mezzi e una relativa cultura più aperta lo consentono. Quando maschilismo e religione si uniscono per il potere questa esclusione assume forme intollerabili. Quando la libertà potrebbe e dovrebbe divenire libertà di tutti e tutte fuori da ogni dettame religioso, ecco che allora tra consumismo e volontà di possesso quella stessa sopraffazione che arriva da lontano si tramuta in violenza gratuita, stupro e femminicidio, anche se poco sembrano avere in comune le due realtà».

«Abbiamo sempre portato sulle nostre spalle “metà del cielo” – continua la saronnese – ma non c’è nulla e nessuno che ci possa ridare il nostro posto nel mondo, se non una vera libertà che nasca da una cultura della diversità. Eliminare i colori del mondo, non far volare gli aquiloni, è direttamente e strettamente legato alla oppressione femminile. Il cambiamento, il tempo, il vento, la musica… tutto si è fermato in Afghanistan e per le donne si torna alla prigione. Un dolore profondo ci accomuna alla radice, anche se non abbiamo mai dovuto subirne la forma che loro oggi subiscono e che non può non far inorridire tutti, uomini e donne».

Quella di piazza De Gasperi non è la prima installazione artistica esposta in città in occasione di diverse ricorrenze, dalla Festa della Donna alla ricorrenza della Madonna del Latte, alla giornata dedicata alla Liberazione. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore