Quantcast

In bicicletta da Lomazzo a Taranto per beneficenza: si è conclusa l’avventura di Mimmo Carriero

Un viaggio all'insegna della mobilità sostenibile durato due settimane e lungo 1630 km, percorsi tutti in bicicletta per raccogliere fondi in favore di un'associazione ambientalista che ripulisce dalla plastica i due mari su cui si affaccia Taranto

In bicicletta da Lomazzo a Taranto per beneficenza: si è conclusa l'avventura di Mimmo Carriero

1630 km in bicicletta e 5.165 euro raccolti in favore di Plasticaqquà, un’associazione di Taranto che dal 2013 ripulisce le coste dei due mari della città ionica dalla plastica ed altri rifiuti. È questa l’avventura di 14 giorni che ha concluso lo scorso 17 giugno Mimmo Carriero, originario di Taranto, ma che da anni vive a Lomazzo in Provincia di Como.

Galleria fotografica

In bicicletta da Lomazzo a Taranto per beneficenza: si è conclusa l'avventura di Mimmo Carriero 4 di 22

Mimmo ha 55 anni e lavora per una multinazionale per la quale si occupa di tematiche ambientali. La passione per la bicicletta è esplosa cinque anni fa e da lì di chilometri ne ha percorsi parecchi: «Vivendo nella zona di Como ho cominciato a fare delle escursioni e piano piano ho iniziato a estendere i miei giri – spiega l’uomo -. Il mio primo sogno era fare il giro del lago di Como e l’ho realizzato quattro anni fa, poi ho fatto i giri dei vari laghi della zona, Maggiore, Garda, d’Iseo, d’Orta».

L’idea poi di fare una vacanza ecologica e di arrivare in bicicletta fino a Taranto, terra d’origine, un’avventura che ha avuto inizio lo scorso 4 giugno. Armato di tanta determinazione, con la sua bicicletta camaleonte c-cross e 3 piccole valigie, Mimmo ha organizzato il viaggio in 14 tappe: «Partivo ogni giorno verso le 8 di mattina, poi l’andamento della giornata dipendeva dai luoghi che attraversavo – continua il 55enne –, in alcuni tratti i posti da visitare erano davvero tantissimi, quindi era un continuo fermarsi, fare fotografie e girare. Avevo comunque già predisposto l’itinerario e l’ho rispettato, di grossi imprevisti non ce ne sono stati».

Centinaia di chilometri macinati tutti i giorni, la fatica presto dimenticata dalla bellezza dei luoghi e dei paesaggi visitati, dei profumi e dei cibi caratteristici gustati.

L’emozione più grande l’arrivo a Taranto: «Quando mi sono avvicinato alla mia città ho attraversato i luoghi della mia prima adolescenza e sono affiorati un sacco di ricordi – spiega Mimmo -. Cose belle ce ne sono state tante, ho incontrato altri ciclo viaggiatori con cui ho scambiato alcune parole, due turiste francesi che facevano un itinerario simile al mio e con cui ho condiviso un pezzo di strada, in generale il contatto con la gente è stato molto positivo, un’esperienza umana arricchente».

Un viaggio che Mimmo ha scrupolosamente raccontato sulla propria pagina Facebook, attraverso cui ha anche diffuso la raccolta fondi avviata con GoFundMe. 

Cosa le ha lasciato questa esperienza? «Il rammarico di non averlo fatto prima – conclude il lomazzese –, perché alla fine è stato tutto meglio di quanto mi potessi immaginare. Prima di partire avevo diversi dubbi, vedevo tutte le difficoltà, quando poi ho iniziato a pedalare le difficoltà sono sparite ed è stata veramente un’esperienza unica».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Giugno 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

In bicicletta da Lomazzo a Taranto per beneficenza: si è conclusa l'avventura di Mimmo Carriero 4 di 22

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore