Quantcast

Il preside del Prealpi saluta studenti, prof e famiglie: “È tempo di fermarsi per riflettere e recuperare ciò che spesso ci sfugge”

Con un'intensa lettera Franco Marano, dirigente dell'Istituto Prealpi di Saronno, saluta e ringrazia tutta la comunità scolastica al termine di un anno complicato e impegnativo

Generico 2018

Anche il preside dell’Istituto Prealpi di Saronno, Franco Marano, tira le somme al termine di un anno scolastico condizionato dalla pandemia, complicato e impegnativo. Con una lettera indirizzata a studenti, famiglie e docenti il dirigente scolastico ha esposto le sue riflessioni e salutato e ringraziato tutta la comunità scolastica. 

Cari ragazzi,

Gent.li Proff. e genitori,

oggi si chiude questo complicato anno scolastico,

sento il desiderio di ringraziare l’intera comunità scolastica, i docenti per lavoro che hanno svolto con pazienza, impegno e responsabilità tra difficoltà di ogni genere a causa della eccezionalità degli eventi accaduti negli ultimi 18 mesi, i genitori per la vicinanza mostrata in ogni momento e per gli stimoli che ci hanno saputo fornire e tutti gli studenti, per l’alta collaborazione offerta, unità a serietà, partecipazione e responsabilità in un passaggio della storia in cui nulla era scontato.

Quanto accaduto nel mondo della scuola lascerà segni evidenti per anni e peserà soprattutto sui nostri ragazzi a cui si demanda il compito impegnativo di riallineare le proprie conoscenze e competenze agli standard previsti. In questo siamo impegnati per non lasciare indietro nessuno e, per tali ragioni, la Presidenza organizzerà già a partire dai prossimi giorni delle attività integrative di recupero e riallineamento, su base volontaria e aperta a tutti gli studenti, sui contenuti degli apprendimenti di alcune discipline che hanno subito maggiormente l’aggravio delle chiusure e delle lezioni in DAD.

Siamo coscienti che l’estate è anche il tempo del riposo e del divertimento e, mi permetto di suggerire, anche delle riflessioni. Auguro di fare di questo tempo un’opportunità, di recuperare al meglio le “relazioni” con le persone che vi sono vicine, soprattutto con i più fragili e quel dialogo fecondo che spesso è interrotto dalla frenesia di giornate vissute sempre di corsa.

E’ tempo di fermarsi per riflettere e recuperare ciò che spesso ci sfugge.

Cari ragazzi nel futuro vi aspettano impegnative sfide nel campo educativo-formativo prima e nella vita reale dopo.

Per queste ragioni, non esistono altre armi per affrontare e governare la complessità delle sfide del futuro se non la conoscenza e i saperi.

Buone estate a tutti voi. Cordiali saluti

Franco Marano

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore