Quantcast

All’ospedale di Saronno una giornata dedicata alle malattie reumatiche: “Prevenzione e sensibilizzazione”

Lunedì 3 maggio, negli ospedali aderenti al network Bollini Rosa, tra cui ci sono i presidi di Busto Arsizio e Saronno, saranno offerti gratuitamente alla popolazione femminile servizi clinico-diagnostici e momenti informativi dedicati alle malattie reumatiche

Generica 2020

Visite e consulenze in presenza e virtuali, colloqui telefonici, esami, conferenze e info point. Sono questi i servizi che verranno offerti gratuitamente alla popolazione femminile il prossimo lunedì 3 maggio,  negli ospedali aderenti del network Bollini Rosa, tra cui ci sono i presidi di Busto Arsizio e Saronno.

L’iniziativa è promossa da Fondazione Onda, Osservatorio Nazionale sulla Salute della Donna, in occasione della Giornata Mondiale della Spondilite Anchilosante e ha l’obiettivo di promuovere la consapevolezza e la corretta informazione così come la prevenzione, la diagnosi e l’accesso ai percorsi specialistici diagnostico-terapeutici dedicati alle malattie reumatiche.

Particolare attenzione verrà data al mal di schiena, sintomo molto diffuso tra la popolazione (in particolare modo tra le donne), ma spesso ignorato e non correttamente diagnosticato.

Abbiamo parlato di questa importante iniziativa con la dottoressa Alba Sciascera, direttore della Medicina interna dell’ospedale di Saronno. «Il mal di schiena è uno dei motivi più frequenti per il quale si richiedono visite specialistiche – commenta la dottoressa -. Nelle società industrializzate il 40% delle persone soffre di mal di schiena: nel 90% dei casi scompare dopo 45 giorni, nel 10% dei casi persiste oltre tre mesi. Con questa giornata da una parte vogliamo offrire visite gratuite, quindi valutare il problema insieme al paziente e analizzare il singolo caso, dall’altra parte offrire attraverso degli incontri informazioni generali sul dolore alla schiena».

Quali sono le cause del mal di schiena? «Sono tante, a volte banali, a volte di natura meccanica. Importantissimo lo stile di vita, quindi l’alimentazione e il movimento fisico; per esempio una delle cose che consigliamo tantissimo per chi ha mal di schiena è la ginnastica in acqua, perché l’acqua toglie la forza di gravità, facendo ginnastica in acqua, si ha un effetto di rilassamento della contrattura che normalmente c’è quando c’è dolore».

Quando rivolgersi ad uno specialista? «Il primo passaggio deve essere assolutamente il medico di base, non bisogna mai saltarlo, perché il medico di medicina generale conosce il paziente e la sua storia. È importante tenere sempre il proprio medico informato ed è proprio lui che deve dare l’indicazione per la valutazione specialistica, laddove il dolore è persistente. Si fanno tantissime visite specialistiche molto spesso in maniera non appropriata e questo è un carico per il sistema sanitario. Ascoltare il paziente e visitarlo sono due elementi importantissimi per poter fare una diagnosi».

Il programma:

Presso l’ Ospedale di Busto Arsizio, il giorno 3 maggio 2021, dalle 9.00 alle 12.00, chiamando il numero 0331 699239, sarà possibile avere un colloquio telefonico con un medico fisiatra della S.C. di Recupero e Rieducazione Funzionale, che sarà a disposizione per fornire consigli e pareri. Non è necessario prenotarsi in anticipo.

Presso l’ Ospedale di Saronno, invece, la S.C. di Medicina della neo – Responsabile dott.ssa Alba Sciascera, sempre il giorno 3 maggio 2021, effettuerà  visite reumatologiche gratuite E’ necessario prenotarsi preventivamente telefonando al n. 3487446239 nelle giornate di lunedì 26, mercoledì 28 e venerdì 30 aprile, dalle ore 14.00 alle ore 16.00, oppure scrivendo una mail  a: direzione.saronno@asst-valleolona.it. Le visite verranno eseguite dalle ore 10.00 alle ore 15.00 presso l’ ambulatorio n. 9 al Piano Terra del Padiglione Marrone.

La stessa S.C. di Medicina di Saronno, inoltre, organizza sempre nella stessa giornata del 3 maggio due incontri in presenza della durata di un’ora, rivolti a tutta la popolazione, sul tema “Il mal di schiena: un sintomo o una malattia?“. Le due sessioni si svolgeranno rispettivamente dalle 10.00 alle 11.00 e dalle 14.00 alle 15.00 in Aula Morandi – Padiglione Arancione. Date le restrizioni in materia anti-Covid, la capienza della sala è limitata a 15 persone per sessione ed anche in questo caso è pertanto necessario prenotarsi preventivamente telefonando al n. 3487446239 nelle giornate di lunedì 26, mercoledì 28 e venerdì 30 aprile, dalle ore 14.00 alle ore 16.00, oppure scrivendo una mail  a: direzione.saronno@asst-valleolona.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore