Quantcast

Caronno: contagi e vaccinazioni anti Covid, il sindaco Giudici fa il punto

Sono 46 gli attuali positivi sul territorio, dato in leggero rialzo nelle ultime due settimane dopo mesi in discesa. Con un videomessaggio il sindaco tiene alta l'attenzione e fa il punto sui contagi, sulla campagna vaccinale e sui servizi per i cittadini

Generico 2018

Contagi, chiusure, riaperture e vaccinazioni anti Covid. A Caronno Pertusella il sindaco Marco Giudici fa il punto della situazione con un videomessaggio trasmesso alla cittadinanza. Dopo il picco massimo di contagi registrati sul territorio a fine novembre 2020, sono 46 gli attuali casi positivi sul territorio.

Un dato che non sembra allarmante in relazione al totale della popolazione, ma che ha subito un leggero rialzo nelle ultime due settimane, nelle quali il numero dei contagi ha interrotto il trend in discesa e subito una lieve risalita.

«Da due settimane i livelli di contagio si contengono molto bassi, ma il dato che fa preoccupare è che da 15 giorni che non scendono – spiega il primo cittadino -. Da novembre c’è stato un abbassamento continuo che agli inizi di febbraio ha portato a 28 positivi. Ma il trend in diminuzione si è poi fermato».

Il sindaco tiene alta l’attenzione e raccomanda il rigoroso rispetto delle norme di prevenzione del contagio, soprattutto a fronte del rischio di diffusione delle varianti del virus: quella inglese ha colpito la vicina Bollate, dov’è scattata la zona rossa.

«La preoccupazione è legata soprattutto alla variante che ha colpito la vicina Bollate – prosegue Giudici -. L’appello è sempre quello di rispettare le attenzioni ai comportamenti, soprattutto in bar e ristoranti, locali che hanno riaperto con il passaggio in zona gialla». 

Con un videomessaggio il primo cittadino ha fatto il punto a 360 gradi, dalla situazione contagi allo sviluppo della campagna di vaccinazione contro il Covid, che al momento riguarda gli over 80. Giudici ha anche confermato la proposta avanzata dall’amministrazione per mettere a disposizione di Ats la scuola Dante Alighieri come centro vaccinale territoriale, anche se ad oggi non c’è ancora stata una risposta.

La rete ospedaliera resta il punto principale per le vaccinazioni, motivo per cui il Comune ha comunque messo a disposizione dei cittadini over 80 e senza rete famigliare un servizio di trasporto gratuito negli ospedali, in collaborazione con le associazioni di volontariato del territorio.

(IL VIDEOMESSAGGIO DEL SINDACO)

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore