Quantcast

60 mila euro per la ricerca sull’osteosarcoma, in memoria di Filippo

L’associazione “Insieme per Fily”, fondata dai famigliari del 15enne scomparso nel 2018, ha raccolto l'importante cifra che servirà a sostenere la ricerca per una cura sperimentale per l'osteosarcoma

Generica 2020

“Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una goccia in meno”. Madre Teresa di Calcutta. 

Parte con questa frase il post su Facebook dei genitori di Filippo Finocchio, mamma Armida e papà Antonio, che dal 2018 lottano per raccogliere fondi per la ricerca, con l’obiettivo di sconfiggere l’osteosarcoma che ha portato via il loro ragazzo a soli 15 anni. 

L’associazione “Insieme per Fily, fondata dai famigliari per portare un sorriso e un po’ di conforto ai bambini affetti da tumori o altre gravi patologie, ha raccolto 60.000 euro, importante cifra che servirà a sostenere la ricerca per una cura sperimentale per l’osteosarcoma.

Filippo, originario di Misinto, era un campioncino e giocava a calcio nel Meda. Tifosissimo della Juventus: «È una cifra importante, che abbiamo raccolto grazie alle iniziative portate avanti negli ultimi mesi, gli eventi di raccolta e distribuzione a Pasqua e Natale, i compensi raccolti con il 5×1000, l’aiuto di tanti volontari, amici e testimonial. Oggi consegniamo questo assegno nelle mani delle dottoresse Maura Massimino e Cristina Meazza che ogni giorno lavorano con i propri colleghi per salvare la vita dei bambini, ma sappiamo che si tratta solo di un primo passo», spiegano i genitori di Filippo, che insieme a Noemi, la sorella, promettono di non arrendersi e di andare avanti.

Ecco il loro messaggio  

Ogni passo lo facciamo con Fily per mano. Lo pensiamo sempre, in ogni singolo istante della giornata. È il nostro primo pensiero quando ci svegliamo e l’ultimo prima di addormentarci, nella speranza di riabbracciarlo. Ogni passo che compiamo lo facciamo per lui e sognando un mondo dove i bambini possano continuare a sorridere e dove la speranza di guarire da un tumore come l’osteosarcoma diventi una realtà. Tre anni fa Filippo ci lasciava, ma non se n’è mai andato e ci ha guidato in tutto ciò che abbiamo portato avanti. Ed è proprio oggi, in questo anniversario così doloroso, che doniamo all’Istituto Tumori di Milano un assegno da 60.000 euro che servirà a sostenere la ricerca per una cura sperimentale per l’osteosarcoma, il tumore che ha portato via Filippo, Davide, Christian, e contro cui tanti bambini e ragazzi stanno combattendo.

È una cifra importante, che abbiamo raccolto grazie alle iniziative portate avanti negli ultimi mesi, gli eventi di raccolta e distribuzione a Pasqua e Natale, i compensi raccolti con il 5×1000, l’aiuto di tanti volontari, amici e testimonial. Oggi consegniamo questo assegno nelle mani delle dottoresse Maura Massimino e Cristina Meazza che ogni giorno lavorano con i propri colleghi per salvare la vita dei bambini, ma sappiamo che si tratta solo di un primo passo. Serve molto di più. Servirebbe che venisserofirmati i decreti attuativi per la legge Lorenzin, approvata nel dicembre 2017, ma ferma in un cassetto. Una legge che taglierebbe costi e burocrazia per la ricerca sui tumori pediatrici, facilitando la sperimentazione di nuove cure.

Noi non ci arrendiamo. Lo facciamo per tutti i bambini che stanno lottando e lo facciamo per Filippo che ci ha regalato gli insegnamenti più grandi, che ci guida e che ci ha donato l’amore infinito.

Insiemeperfily, SEMPRE

PER AIUTARE: https://www.insiemeperfily.it/

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore