Quantcast

200 km in 6 ore tra le vie di Ceriano, senza uscire dal Comune: l’impresa di Dario, socio di Gap Saronno

I soci del gruppo Gap Saronno non smettono mai di stupire, anche in tempi di lockdown. Ecco l’avventura di Dario Picco, osteopata e massoterapista di Ceriano Laghetto. 200 km e in 6 ore e 28 minuti percorsi tra le vie del suo paese

Generica 2020

I soci del gruppo Gap Saronno non smettono mai di stupire, anche durante il lockdown: sport, passione, resilienza, stima ed amicizia sono gli elementi che uniscono in modo indissolubile i membri del gruppo.

Ecco l’avventura intrapresa domenica scorsa, 8 novembre, dal socio Dario Picco, osteopata e massoterapista di Ceriano Laghetto.
200km senza uscire dal Comune, nel rispetto delle norme del Dpcm, percorsi in 6 ore e 28 minuti a una velocità media di 31 km/h: volere è potere.


Quest’anno, purtroppo, non c’è bisogno che lo dica io, tutto è cambiato. Le gare che di solito affrontavo, gli Ironman (si nuota per 3.8 km, si pedala per 180 km e si corre per i 42 km di una maratona) sono state annullate.

Così, per pura passione, quest’anno mi sono dedicato maggiormente alle uscite in bici, uscite lunghe, a volte molte lunghe, anche di 12-14 ore.

A seguito del nuovo DPCM del 3 novembre 2020, purtroppo, anche sul lato sportivo, le regole sono molto restrittive: nonostante ci sia poca chiarezza nel Decreto, si invita, infatti, il cittadino a rimanere nel proprio comune e nelle vicinanze di casa.

Inutile piangersi addosso, non ci possiamo far nulla! In questo caso le lamentele non servono e, anzi, bisogna combattere assieme questo maledetto virus, rispettando le regole, per sé e per gli altri.

Così mi è venuta l’idea di percorrere con la mia bicicletta tutte le vie di Ceriano Laghetto (frazioni comprese naturalmente). Tutte le strade, ma proprio tutte intendo, anche quelle chiuse senza uscita!

Ma, la mia passione per l’endurance mi chiedeva di più: così ho deciso di fare più giri nel nostro comune, fino a raggiungere i 200 km.

Sono partito alle ore 7 circa del mattino, c’era un’alba splendida ed ho iniziato a fare le vie più “residenziali” per evitare di dare fastidio ai residenti, per poi percorrere più volte le arterie principali (Via laghetto e Via lega lombarda, per intenderci).

Ammetto che al 150^ km ho avuto un attimo di crisi, ma una provvidenziale fontanella dell’acqua con panchina adiacente a Dal Pozzo mi hanno rigenerato.

La giornata era super, direi quasi primaverile, e così in 6h28’ ho concluso questa personale “scommessa”.

Per gli amanti dei numeri ho tenuto una media di 31km/h, che pedalando da soli non è poi così male!

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore