Quantcast

Cislago, approvato l’assestamento di bilancio. Critiche le opposizioni

Perplessità sulla gestione delle risorse e delle variazioni da parte del gruppo ViviCislago (che si è astenuto) e di Fratelli d'Italia, che invece ha votato a favore "per senso di responsabilità"

Generico 2018

È stato un consiglio comunale movimentato quello che si è tenuto venerdì 25 settembre a Cislago. Ad inizio della seduta il sindaco Gian Luigi Cartabia ha dato il benvenuto ai due nuovi assessori, Elisabetta Turconi e Deborah Patti, subentrate agli assessori dimissionari rispettivamente il 24 giugno e il 24 agosto.

Uno dei primi punti all’ordine del giorno è stata l’approvazione della “variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri di bilancio – bilancio di previsione finanziario 2020 – 2022”.

La discussione del punto all’ordine del giorno si è arenata però di fronte alle  domande dei consiglieri di ViviCislago e Fratelli d’Italia, che chiedevano conto a sindaco e assessori delle modifiche di alcuni importanti importi contenuti nella variazione.

«Se vado a spendere dei soldi dei cittadini e li metto nei capitoli del bilancio, ragionevolmente devo sapere cosa rispondere, devo sapere perché ho variato delle somme – ha dichiarato in consiglio Debora Pacchioni, capogruppo di ViviCislago -. Questo bilancio poteva essere uno di quei passaggi quasi semplici, perché ci sono delle variazioni necessarie e doverose considerata la situazione di emergenza che il paese sta vivendo. Davanti a domande così apparentemente banali, non si riescono a dare delle risposte concrete, stiamo parlando di fondi dei cittadini. E se non sappiamo dove li spenderemo mi domando questi quattro anni cosa abbiano insegnato. Qui manca la precisione e la correttezza».

È poi intervenuto Luciano Lista, il capogruppo di Fratelli d’Italia: «Se si arriva ad una situazione del genere è perché c’è una giunta debole che non riesce a portare avanti una semplice variazione di bilancio. È assurdo che non si riescano a giustificare tre cifre, che non si abbia una visione politica di paese, una visione di sviluppo almeno di breve periodo. Il sindaco tenta in tutti i modi di sopperire alle gravi carenze della giunta ma ha i suoi limiti, nonostante sia determinato e caparbio non riesce a raggiungere ogni angolo dell’amministrazione. Bisogna rivedere il modus operandi della sua giunta, ma soprattutto gli assessori devono lavorare e studiare. Devono sapere con precisione ogni cifra che cosa vuol dire, solo così potrà sperare di andare avanti».

Cosap e Tari: importanti novità a Cislago

Dopo la lunga discussione il provvedimento contenente importanti variazioni al bilancio, è stato infine approvato, votato favorevolmente da Fratelli d’Italia «per senso di responsabilità, sapendo che comunque questi soldi sono e saranno gestiti nell’interesse dei cittadini», che ha rivolto al primo cittadino l’invito a rendere partecipi tutti i gruppi consiliari durante l’iter di formazione dei provvedimenti. Si sono astenuti invece i consiglieri di ViviCislago, che non hanno votato contrariamente ad «un bilancio complessivamente non condiviso», facendo quindi «un atto doveroso e coscienzioso nei confronti dei cittadini, sapendo che le variazioni contenute in queso atto sono necessarie per i cittadini».

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore