Cislago: sindaco, assessori e consiglieri rinunciano all’indennità per aiutare chi in difficoltà

I membri del consiglio comunale di Cislago si sono impegnati a partire dal mese di agosto 2020 a devolvere il compenso che riceveranno per il lavoro svolto in quanto amministratori comunali in favore del fondo di solidarietà del Comune

Generico 2018

È stata approvata da tutti i consiglieri presenti durante il consiglio comunale di mercoledì 29 luglio la mozione presentata dal gruppo consiliare di Fratelli d’Italia relativa alla devoluzione dell’indennità di amministratori comunali in favore del fondo di solidarietà del Comune di Cislago.

Sindaco, assessori, consiglieri di maggioranza e minoranza si sono impegnati a partire dal mese di agosto 2020 a devolvere il compenso che riceveranno per il lavoro svolto in quanto amministratori comunali in favore del fondo di solidarietà che il Comune ha aperto lo scorso maggio con l’obiettivo di aiutare imprese e famiglie del territorio in difficoltà e che ad oggi ha un saldo di 1.600 euro.

Obiettivo della mozione presentata da Fratelli d’Italia è dare un forte segnale di vicinanza e supporto alla popolazione, alle famiglie e alle attività produttive, in seguito ad una pandemia che ha portato a galla diverse fragilità anche sul territorio cislaghese.  «Non è una situazione incoraggiante quella delle imprese, ci sono anche delle famiglie in estrema difficoltà. Proprio per questo motivo il senso civico di altruismo degli amministratori comunali in questa fase particolare deve farsi sentire ancora di più e quindi la devoluzione che noi proponiamo credo sia una scelta importante e imprescindibile» ha dichiarato il capogruppo di Fratelli d’Italia Luciano Lista.  

Su proposta della Lega Nord l’impegno è stato esteso anche a quegli amministratori comunali del Comune di Cislago che hanno incarichi remunerati di tipo politico presso altri enti.

Positivo anche il commento di ViviCislago, che ha proposto di estendere l’impegno di devoluzione fino a fine mandato, cioè fino a maggio 2021: «Abbiamo rinunciato a tutta l’annualità 2019 e anche all’annualità 2020 – commenta la consigliera Codignoni – Condividiamo in pieno le finalità della mozione».

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore