Uboldo: raccolta fondi per aiutare Attila, abbandonato in un vecchio frigorifero

L'associazione "Una luce fuori dal lager", che gestisce il rifugio per cani presente ad Uboldo, racconta della liberazione di un maremmano, rinchiuso nel Mantovano

Uboldo, Attila liberato dai volontari del canile "Una luce fuori dal tunnel"

Attila è stato abbandonato all’interno di un vecchio frigorifero in una cascina nel Mantovano.

Galleria fotografica

Uboldo, Attila liberato dai volontari del canile "Una luce fuori dal tunnel" 4 di 10

Lo hanno salvato i volontari dell’associazione “Una luce fuori dal lager”, che gestisce il rifugio per cani di Uboldo.

L’associazione ha preso in carico Attila, un maremmano di 50 kg: lo hanno curato, rimesso in piedi e accudito dopo che per mesi era stato tenuto in condizioni pessime, senza cibo nè acqua, nella sporcizia.

Per salvare Attila l’associazione “Una luce fuori dal tunnel” ha dovuto sostenere costi ingenti per portare a termine l’operazione di liberazione del cane e per le cure: tra i costi sostenuti ci sono l’affitto di un’ambulanza veterinaria, la chiamata di una squadra di specialisti con cerbottana e fucile per anestetizzarlo, la presenza di un team di veterinari per supervisionare le condizioni di salute e il viaggio da Mantova al rifugio di Uboldo.

Quando lo hanno trovato, Attila aveva un occhio compromesso e un’otite perforante, non riusciva a fare cacca e pipì, non riusciva a camminare e strisciava per lo stato nel quale era tenuto nel recinto: «Il cane era stato affidato 5 anni fa ad una famiglia di sposi: fino a qualche mese fa andava tutto bene, poi durante i nostri controlli post affido moglie e marito non si facevano trovare e ci mandavano video che non ci cinvincevano – spiegano i volontari dell’associazione -. Siamo venuti a sapere che Attila, dopo che la coppia si era divisa, a nostra insaputa Attila era stato messo in un recinto in una cascina, all’interno di un vecchio frigorifero. Siamo riusciti ad avere il nuovo indirizzo e siamo immediatamente corsi. Abbiamo verificato lo stato di abbandono e ci siamo subito attivati e abbiamo messo in moto la macchina. Alle gentili persone che hanno abbandonato Attila, diciamo che dovranno risponderne e che stiamo procedendo presso la Procura della Repubblica».

PER CHI VUOLE SOSTENERE LA LIBERAZIONE DI ATTILA

Associazione Una Luce fuori dal Lager

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Giugno 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Uboldo, Attila liberato dai volontari del canile "Una luce fuori dal tunnel" 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore