Mail art per raccontare la quarantena vissuta a Saronno

C’è tempo fino al 30 maggio per aderire all’iniziativa lanciata da Gian Paolo Terrone e dall’Ambasciata della Repubblica di Užupis: l'idea è quella di organizzare una mostra e un catalogo

Mail art per raccontare la quarantena vissuta a Saronno

Storicizzare e raccontare la quarantena vissuta in questi mesi attraverso immagini, cartoline, elaborati artistici raccolti dai tre archivi storici presenti nella Città di Saronno.

Galleria fotografica

Mail art per raccontare la quarantena vissuta a Saronno 4 di 16

C’è tempo fino al 30 maggio per aderire all’iniziativa lanciata da Gian Paolo Terrone e dall’Ambasciata della Repubblica di Užupis, sede di Saronno.

L’idea è nata qualche settimana fa, nel bel mezzo dell’emergenza coronavirus: «Non sarebbe bello lasciare un segno o un pensiero concreto di questo particolare momento di vita saronnese e una volta tanto lasciarlo in modalità non virtuale in modo che resti ad imperitura memoria?», scriveva Gian Paolo Terrone per presentare l’iniziativa a inizio aprile.

Saronno al tempo del Coronavirus: l’iniziativa per ricordare il momento storico che la città sta vivendo

«Continuano ad arrivare ai tre Archivi Storici della Città le opere inviate per storicizzare iconicamente il periodo di quarantena vissuto nel 2020. Colori, disegni, segni, parole e via di creatività per lasciare ai posteri una testimonianza di vita vissuta – racconta Gian Paolo Terrone -. Ciascuno a modo suo, ciascuno con le proprie capacità grafiche in quanto la finalità è quella di lasciare un segno concreto e non virtuale; non con la finalità di primeggiare secondo logiche estetiche accademiche (con graduatorie e premi) che per altro restano ovviamente le benvenute, ma nel rispetto del semplice segno popolare di autentica testimonianza, dal valore pari ai disegni tracciati nelle celle dei carcerati. Segni grafici colorati che raccontano con poesia visuale i tanti momenti vissuti in lunghe giornate fissate da nuove abitudini, inusuali e temporanee. Dipenderà dalla quantità di lavori ricevuti e dalla volontà dei vari archivi di realizzare, in un futuro prossimo, una mostra collettiva con un catalogo cartaceo delle opere. Possibilità ancora tutta da studiare e valutare».

L’opera o le opere di “arte postale o Mail Art” possono essere inviate ai principali archivi storici della  città, in modo che possano conservarli per le generazioni future. Il tema è “Saronno al tempo del morbo 2020”, il formato richiesto è quello della busta da lettera, la tecnica libera.

Questi gli indirizzi dove inviare le proprie lettere:

ARCHIVIO STORICO CIVICO
c/o Municipio di Saronno
Piazza della Repubblica 7

ARCHIVIO STORICO DEL SANTUARIO
P.za Santuario, 1

ARCHIVIO INTERNAZIONALE DI ARTE POSTALE
c/o Gian Paolo Terrone
Ambasciata della Repubblica di Užupis
P.za Santuario, 2

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Maggio 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Mail art per raccontare la quarantena vissuta a Saronno 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore