Casali su Liliana Segre: «Segnale positivo, anche se con qualche contraddizione»

Pubblichiamo la nota integrale del consigliere comunale Franco Casali di Tu@ Saronno. Il consigliere di minoranza si interroga su come conciliare le dichiarazioni di solidarietà espresse dalla maggioranza durante il consiglio comunale di venerdì 14 febbraio, con il patrocinio comunale dato recentemente ad una manifestazione in cui il moderatore era Francesco Lattuada, coinvolto in vicende legate all'estrema destra e processato per incitamento all'odio razziale

Il consiglio comunale di Saronno, tutti i consiglieri

La mozione di solidarietà alla Senatrice a vita Liliana Segre presentata dalle opposizioni, e la mozione di condanna verso ogni forma di antisemitismo – una copia di quella già votata in Regione Lombardia dai consiglieri della Lega – a firma del capogruppo della Lega saronnese sono passate ieri sera in Consiglio Comunale con il voto unanime dei presenti. Un segnale positivo, anche se con qualche evidente contraddizione.

Saronno condanna ogni forma di antisemitismo, approvate le mozioni in consiglio

Per la Lega si tratta di un ravvedimento sulla via di Damasco dopo le ripetute aperture ed esternazioni di Salvini a favore alla destra estrema (CasaPound e Forza Nuova), e il “Vattene, Ebreo!” urlato dai legisti, radunati a Pontida il 15 settembre 2019, all’indirizzo del giornalista Gad Lerner? O si tratta solo di una scelta per opportunità politica, dopo che queste esplicite prese di posizione avevano suscitato più di un dubbio anche tra chi aveva votato Lega?

Alcune pesanti note stonate rimangono anche a livello locale: non é passata inosservata l’assenza degli assessori Tosi (Fratelli d’Italia) e Guaglianone (ex Domà Nunch, passato da poco in Fratelli d’Italia) che fanno parte di questa amministrazione a trazione Lega e che hanno già dichiarato il loro sostegno a Fagioli e Lega per le prossime elezioni comunali. Qualche contraddizione anche per il comportamento del Sindaco Fagioli: come conciliare le dichiarazioni di ieri sera con il patrocinio comunale dato solo pochi giorni fa ad una manifestazione di cui era “moderatore” il signor Francesco Lattuada noto ammiratore di Hitler per cui organizza feste di compleanno, che saluta romanamente allo stadio, che ha ricevuto un DASPO di 5 anni, e che non é stato condannato per i suoi comporamenti filonazisti solo per prescrizione? Vogliamo essere molto buoni: una svista, un incidente di percorso. Ma sicuramente non é un incidente di percorso, ma una precisa scelta politica, richiedere l’appoggio dei due assessori di Fratelli d’Italia Tosi e Guaglianone, entrambi clamorosamente assenti al consiglio comunale di ieri sera.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore