Quantcast

Questura e istituzioni in piazza a Saronno contro la violenza di genere

Nel corso della mattinata gli operatori specializzati della questura di Varese hanno girato per il mercato saronnese per distribuire materiale informativo sulla violenza di genere e per rispondere alle domande dei cittadini interessati

Parte da un lavoro di rete tra istituzioni, forze dell’ordine e associazioni la lotta contro la violenza di genere, un fenomeno culturale diffuso e strutturato che assume forme diverse: dalla violenza fisica a quella sessuale, dalla violenza psicologica a quella economica, dagli atti persecutori come lo stalking fino all’ eliminazione stessa della donna.

Galleria fotografica

Questura e istituzioni in piazza a Saronno contro la violenza di genere 4 di 8

Per dare un segnale forte di attenzione al problema questa mattina in piazza Mercato a Saronno, durante il consueto mercato settimanale, ha stazionato un camper della Questura di Varese. Presente il questore di Varese Michele Morelli, il sindaco di Saronno Augusto Airoldi insieme ai membri della sua Giunta Laura Succi, Francesca Pozzoli, Ilaria Pagani e Gabriele Musarò. L’iniziativa in occasione dell’avvicinarsi del 25 novembre, la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita nel 1999 dalle Nazioni Unite e celebrata in tutto il mondo.

Nel corso della mattinata gli operatori specializzati della questura di Varese che prestano la loro attività costante nella divisione anticrimine e nella squadra mobile per combattere e prevenire questo fenomeno criminale, hanno girato per il mercato saronnese per distribuire materiale informativo sulla violenza di genere e per rispondere alle domande dei cittadini interessati. Insieme a loro anche i militari della compagnia dei carabinieri di Saronno e gli agenti della polizia locale della città. A distribuire il materiale informativo anche due educatori e i ragazzi della Pappaluga Farm (nella foto sottostante), un’azienda agricola di Gemonio gestita da ragazzi con disabilità cognitive.

Generico 21 Nov 2022

«La presenza del Questore è importante perché la questura ha una competenza a livello provinciale – dichiara il questore Michele Morelli -. Siamo in una città importantissima della provincia di Varese, che presenta come tutte le altre, questi aspetti che devono essere condivisi e combattuti».

Immancabile la presenza di Rete Rosa Onlus, il centro territoriale antiviolenza presente a Saronno. «Siamo qui insieme alle forze dell’ordine perché riteniamo che questo sia un lavoro di rete, senza la collaborazione di tutti non si potrà mai risolvere il problema della violenza di genere – commenta Oriella Stamerra, presidente dell’associazione -. C’è bisogno che le donne che arrivano da noi trovino rispondenza di azione e di sensibilità in tutti gli altri ordini e servizi del territorio, primo fra tutti le forze di polizia, carabinieri e vigili. Questo è il fondamento del cammino verso la risoluzione del fenomeno della violenza contro le donne».

Saronno dedica una mostra e una panchina rossa al tema della violenza contro le donne

Tre gli appuntamenti pubblici in programma a Saronno in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Si parte da una conferenza organizzata in collaborazione Rotary Club Saronno e Rete Rosa una serata di dibattito al Cinema Prealpi di Saronno, prevista per giovedì 24 novembre, che tratterà del pregiudizio per cui la violenza, in qualche modo, possa essere determinata dall’abbigliamento della vittima. Venerdì 25 novembre si terrà poi l’inaugurazione della panchina rossa in piazza San Francesco e della mostra “Com’era vestita” in sala Nevera.

Valentina Rizzo
rizzo_v@yahoo.it
Raccontiamo la provincia di Varese e le sue numerose comunità. Un giornale accessibile a tutti, finanziato dai suoi lettori. Supporta anche tu il nostro lavoro.
Pubblicato il 23 Novembre 2022
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Questura e istituzioni in piazza a Saronno contro la violenza di genere 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore