Quantcast

In Asst Rhodense prestazioni cardiologiche all’avanguardia: ecco la TAC coronarica

La Cardiologia di Garbagnate offre ora ai cittadini tutte le diagnostiche cardiologiche non invasive che il progresso medico ha, fino ad oggi, messo a disposizione dei cardiologi e dei loro pazienti

Generico 04 Jul 2022

Lunedì 20 giugno è stata eseguita, nel presidio di Garbagnate Milanese e per la prima volta in ASST Rhodense, una TAC Coronarica ad opera di una équipe composta da medico cardiologo, medico radiologo e da un tecnico di radiologia medica.

Con l’apertura del nuovo servizio di TAC coronarica, la Cardiologia di Garbagnate offre ora ai cittadini tutte le diagnostiche cardiologiche non invasive che il progresso medico ha, fino ad oggi, messo a disposizione dei cardiologi e dei loro pazienti. L’ASST Rhodense, negli ultimi 4 anni ha rafforzato le attività dedicate alla diagnostica cardiologica non invasiva in tutte le sue declinazioni, dalle diagnostiche più semplici a quelle più complesse, per offrire alla popolazione un laboratorio cardiologico all’avanguardia. L’Unità Operativa Complessa di Cardiologia e Unità Coronarica di Garbagnate con l’apertura di quest’ultimo servizio TAC cuore alla popolazione esegue accertamenti diagnostici di base: visite cardiologiche neonatali, pediatriche e per adulti, elettrocardiogrammi neonatali, pediatrici e per adulti, test ergometrici con bicicletta e con pedana mobile, elettrocardiogrammi dinamici sec Holter 24/48 ore, ecocardiogrammi color doppler a riposo neonatali, pediatrici, e per adulti – di media complessità: ecocardiogrammi a riposo con contrasto o con microbolle, ecocardiogrammi da stress farmacologico, ecocardiogrammi transesofagei bi/tridimensionali, ecodoppler transcranici) – e di alta complessità, queste ultime in collaborazione con la unità operativa di Radiologia del Presidio Garbagnatese: risonanza magnetica nucleare cardiaca a riposo, da stress farmacologico e TAC Coronarica.

La Risonanza Magnetica Nucleare Cardiaca (RMNC) rappresenta una delle più recenti e innovative metodiche diagnostiche in ambito cardiaco. In tale contesto, tra le sue principali applicazioni troviamo la valutazione precisa e affidabile dei volumi ventricolari, della frazione di eiezione biventricolare ,della massa miocardica e della gravità di patologie che affliggono le 4 valvole cardiache . Per tale ragione la RMNC può oggi essere considerata una metodica gold standard per molte patologie cardiologiche per la sua ottima sensibilità, specificità e riproducibilità. La RMNC è utilizzabile in innumerevoli contesti clinici quali cardiopatia ischemica, cardiomiopatia dilatativa, miocarditi, cardiomiopatia ipertrofica, malattia aritmogena del ventricolo destro, cardiopatie congenite, valvulopatie, malattie del pericardio e studio delle masse cardiache.

Infine, non utilizzando radiazioni ionizzanti, consente una maggiore sicurezza di impiego e una maggiore ripetibilità soprattutto nei pazienti che richiedono un lungo e periodico follow-up. La TAC coronarica consente invece di studiare la circolazione a livello delle arterie coronariche. E’ quindi un esame di estrema utilità nell’ambito dello studio della cardiopatia ischemica soprattutto nei soggetti classificati con probabilità di malattia aterosclerotica bassa o intermedia (generalmente solo un terzo dei soggetti “sani” sottoposti ad esame coronarografico ed invasivo dimostrano poi di avere effettivamente una coronaropatia significativa). La TAC permette inoltre di studiare anche le anomalie congenite delle coronarie, la pervietà o meno degli stent coronarici già impiantati e dei by-pass aorto-coronarici, come pure la circolazione a livello delle vene cardiache, lo studio delle masse cardiache e paracardiache ecc. E’ propedeutica ad alcune procedure di cardiologia interventistica o di elettrofisiologia. RMNC e TAC dunque sono metodiche che consentono al cardiologo l’acquisizione di importanti informazioni sul funzionamento del nostro muscolo cardiaco e permettono di formulare diagnosi accurate senza rischi per i pazienti.

Infine , nel solco di un continuo sviluppo ed innovazione della unità operativa, sono stati avviati anche gli ambulatori dedicati al follow up degli scompensi cardiaci cronici avanzati e refrattari alle terapie farmacologiche.

«Attraverso il PNRR Regione Lombardia investirà 180 milioni di euro in grandi apparecchiature e altri 220 milioni per l’ammodernamento del parco tecnologico ospedaliero, oltre ai finanziamenti già stanziati con risorse proprie. Uno sforzo economico per una diagnostica sempre più di precisione e meno invasiva che permetterà di andare verso la medicina del futuro, capace di individuare cure sempre più personalizzate – ha commentato letizia Moratti, Vice Presidente e assessore al Welfare di regione Lombardia – La Tac coronarica dell’ospedale di Garbagnate Milanese si inserisce in questa linea di sviluppo, offrendo ad un importante bacino di utenti un servizio innovativo per la diagnosi e la cura delle malattie cardio circolatorie».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 Luglio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore