Quantcast

Le minoranze abbandonano la seduta del Consiglio comunale di Cislago

Un forte gesto di protesta da parte dei gruppi di minoranza di Cislago, che lamentano uno scarso coinvolgimento nella vita amministrativa del paese da parte dell'amministrazione Calegari: "Poco impegno e poca serietà"

Il nuovo Consiglio comunale di Cislago

Colpo di scena ad inizio della seduta di lunedì 30 maggio del Consiglio comunale di Cislago, dove il sindaco Stefano Calegari e la sua maggioranza hanno assistito all’abbandono dell’aula consiliare da parte di tutti i consiglieri dei gruppi di minoranza (nella foto di copertina la prima seduta del Consiglio comunale dell’amministrazione Calegari).

Dopo il minuto di silenzio, proposto dalle minoranze, osservato in memoria delle vittime della recente strage della scuola elementare a Uvalda in Texas infatti, i consiglieri comunali dei gruppi Cartabia Sindaco (Gian Luigi Cartabia e Marisa Rimoldi), Cislago in Comune (Debora Pacchioni) e Uniamo Cislago (Luciano Lista) hanno abbandonato l’aula del Consiglio lamentando un mancato coinvolgimento nella vita amministrativa del paese.

A spiegarne le ragioni un dettagliato comunicato dei tre gruppi consiliari, che riportiamo integralmente:

I consiglieri comunali si riuniscono per discutere in seduta pubblica gli atti amministrativi di competenza del Consiglio Comunale.

L’ordine del giorno di questo consiglio prevede la discussione di argomenti che sono patrimonio comune di tutti i gruppi presenti in consiglio comunale.

La preparazione di questi atti avviene nei mesi precedenti la riunione, attraverso lo studio, la riflessione, il confronto, la valutazione e la condivisione.

Lo spoglio delle urne nell’ottobre 2021 ha decretato la vittoria dell’attuale maggioranza Impegno e Serietà che però rappresenta il 20% dell’elettorato, mentre le minoranze unite ne rappresentano il 30%. Durante il primo consiglio comunale di insediamento Stefano Calegari dichiarò di voler essere il sindaco di tutti, camminando tra la gente e concertando con le altre forze politiche gli atti di indirizzo politico-amministrativi, attraverso un lavoro preventivo fatto insieme.

Abbiamo presto capito che alle sue parole non sono seguiti i fatti, le sue appaiono ormai parole vuote che a nostro avviso mistificano la realtà.

Appare ormai evidente l’improvvisazione amministrativa e la mancanza di visione politica.

Ovviamente ci aspettiamo da parte sua l’ennesima ostentazione di serenità e compattezza della sua maggioranza. Ci aspettiamo di ascoltare ancora le sue rassicuranti parole, ma non possiamo subire passivamente ogni cosa che accade e ogni decisione presa, che comunicherà al paese e al mondo, senza coinvolgimento e confronto vero.

L’ennesima mancata comunicazione e ascolto delle minoranze nella fase di analisi e confronto propedeutico alla definizione degli atti, ma peggio ancora la mancata comunicazione di voler portare in discussione in Consiglio alcuni regolamenti e atti importanti per la vita sociale ed economica del paese, ci costringono nostro malgrado ad azioni forti di cui volentieri avremmo fatto a meno.

Dissentiamo da questo modus operandi e lasciamo che il Consiglio comunale prosegua in nostra assenza, esattamente come le riunioni in cui la maggioranza ha vagliato e deciso gli atti da approvare questa sera.

“Cartabia Sindaco”: G. L. Cartabia

“Cislago in Comune”: D. Pacchioni

“Uniamo Cislago”: L. Lista

Valentina Rizzo
rizzo_v@yahoo.it
Raccontiamo la provincia di Varese e le sue numerose comunità. Un giornale accessibile a tutti, finanziato dai suoi lettori. Supporta anche tu il nostro lavoro.
Pubblicato il 30 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore