Quantcast

Tu@ Saronno: “Ufficio Verde: più efficienza per un servizio migliore”

Il gruppo consiliare di Tu@ Saronno interviene sulle novità relative al nuovo servizio di comunicazione con l'Ufficio Verde, che da pochi giorni ha una mail dedicata

Giornata del Verde Pulito a Saronno, una bella giornata di impegno e collaborazione

Il gruppo consiliare di Tu@ Saronno interviene sulle novità relative al nuovo servizio di comunicazione con l’Ufficio Verde, che da pochi giorni ha una mail dedicata

Qualche giorno fa l’Amministrazione ha comunicato alla Città l’introduzione di un nuovo – ed unico – indirizzo e-mail a cui inviare segnalazioni e richieste sul verde, che è verde@comune.saronno.va.it. Viste le reazioni di taluni e le strumentalizzazioni che ne sono derivate, riteniamo opportuno integrare la comunicazione istituzionale con alcune considerazioni e debite premesse.

Innanzitutto, come pure è emerso durante gli incontri nei quartieri con i cittadini, di tutte le segnalazioni che arrivano in Comune e persino alla stampa locale la grande parte riguarda il verde che, evidentemente e come giusto che sia, è diventato oggetto di grande interesse per i cittadini, vista la sua natura di bene “prezioso” per il decoro della città e per la qualità della vita delle persone che quotidianamente frequentano parchi e spazi di aggregazione sociale. Non è possibile nascondere, e non lo si vuole nemmeno fare, che la manutenzione del verde cittadino è stata ed è spesso carente e assolutamente da migliorare; di questo siamo ben consapevoli, e per primo lo è l’Assessore Franco Casali, che ogni giorno lavora sul tema e ha ben presente lo stato generale del verde saronnese.

La seconda doverosa premessa è che, nella riduzione complessiva dei dipendenti comunali dai 300 di fine anni 2000 ai circa 150 di oggi, l’Ufficio Verde è tra quelli che sono stati maggiormente depotenziati, potendo contare da inizio 2022 su due sole unità a tempo parziale (una part-time e l’altra segretaria condivisa con tre uffici). È chiaro che, con sempre meno personale, diventa sempre più difficile operare in modo efficiente e tempestivo, anche perché le cose da fare sono tantissime con 9200 piante di proprietà pubblica, 40 parchi con 32 aree gioco e oltre 100 giochi, 9 aree cani, 162.000 mq di prati sparsi nella città, 2200 mq di prati nelle scuole, 11 orti didattici, 98 orti urbani, e migliaia di piante private non censite, oltretutto adesso in vista dei fondi del PNRR, per avere i quali è necessario un grande lavoro degli uffici nella preparazione dei progetti.

Per tutti questi motivi, l’assessore Casali ha avviato un percorso di efficientamento dell’Ufficio Verde, ma è chiaro che si devono fare i conti con i tempi e le risorse della Pubblica Amministrazione, che purtroppo non sono né rapide, né infinite come tutti vorremmo. L’impegno, la competenza e la volontà, però, ci sono e il lavoro di tutti è nella direzione di velocizzare il più possibile i processi e migliorare il servizio nei tempi più rapidi possibile.

Il personale dell’ufficio è appena stato incrementato con una nuova risorsa interna full time proveniente dall’Ufficio Ambiente, in aggiunta alle due risorse a tempo parziale già presenti e al nuovo dottore agronomo, ma non potendo – per questioni finanziarie – incrementare ulteriormente il personale, si sta andando nella direzione di rendere le risorse attualmente disponibili più efficienti. L’introduzione del nuovo indirizzo e-mail unico va proprio in questa direzione: con esso, infatti, tutte le richieste e le segnalazioni sono visibili a tutte le persone interessate, incluso il consulente agronomo, di modo che vi sia una maggiore velocità nella presa in carico delle segnalazioni e una consapevolezza da parte di tutto l’ufficio delle questioni aperte.

C’è chi, rilevando l’inutilità di tale nuova e-mail, ha eccepito l’esistenza dell’App Municipium che avrebbe già la funzione di convogliare in un unico applicativo tutte le segnalazioni della città; l’eccezione non coglie però nel segno posto che l’App Municipium, come pure già segnalato da molti cittadini, sta funzionando con molta lentezza non essendo stata organizzata, da parte di chi ne ha curato l’introduzione, la fase di gestione delle segnalazioni con personale dedicato.

Altri passi verranno fatti nei prossimi mesi grazie alla riorganizzazione dei contratti di appalto, il cui obiettivo – tra gli altri – è quello di migliorare la situazione attuale ed innalzare gli standard di qualità e tempestività di servizio, nonché col processo di geo-referenziazione di tutti gli attivi del comune, incluso piante, giochi, fontanelle, ecc. che va nella stessa direzione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore