Quantcast

In auto ubriachi, scappano dai carabinieri con la fiaschetta in mano

Il conducente trovato senza patente, fa l’alcoltest con risultati quasi da coma etilico

carabinieri test alcol

Una domenica pomeriggio ad alto tasso alcolico in Brianza. Domenica 22 maggio, intorno alle 14, i carabinieri del radiomobile di Seregno, transitando lungo viale Edison, hanno notato un’autovettura sospetta con due persone a bordo e hanno deciso di procedere al controllo degli occupanti.

Il mezzo dei militari ha effettuato quindi un’inversione per affiancare la Hyundai Matiz ma il conducente, intuendo che sarebbe stato fermato, ha improvvisamente accelerato imboccando a destra via Turati e, successivamente, a sinistra via Labriola per poi, tra sbandate, tratti contromano e frenate improvvise, terminare la marcia in fondo alla strada in prossimità del parco pubblico.

A quel punto, repentinamente, conducente e passeggero sono scesi dall’auto e hanno tentato di dileguarsi nel parco ma subito sono stati raggiunti dai militari mentre, barcollanti, avevano ancora in mano una fiaschetta di vino e i bicchieri di vetro.

I militari immediatamente riconoscevano nel conducente della Matiz un 34enne del posto, volto noto del panorama criminale del quartiere Crocione, con svariati precedenti per reati contro la persona il patrimonio mentre, l’altro, è stato invece identificato in un 18enne incensurato.

Durante gli accertamenti il 34enne ha provato subito a giustificarsi dicendo di essere sprovvisto di patente di guida poiché era stata revocata, forse pensando che l’accertamento dei militari si sarebbe fermato alla contestazione della guida senza patente. Ma l’attenzione dei carabinieri si era già concentrata sulla sua andatura barcollante (letteralmente non si reggeva in piedi) e sul suo alito fortemente vinoso che, a causa della sua straripante loquacità, si propagava nell’aria. L’uomo si presentava talmente fuori di sé che non era in grado di interrompere i suoi discorsi, benché a tratti risultassero incomprensibili.

Lo stesso è stato quindi sottoposto al test etilometrico con risultati di poco sotto i 4 g/l – considerato il limite del coma etilico -. Dopo la prima prova il 34enne ha poi deciso di rifiutare il test di conferma e allontanarsi non prima però di ricevere gli atti che i militari hanno redatto per denunciarlo per guida in stato d’ebbrezza, guida senza patente nonché per il fermo amministrativo della macchina.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore