Quantcast

In onore della solarese Jessica De Ponti il saggio di fine anno Asd Rhythmic’s Team

La giovane è scomparsa nel 2018 all’età di soli 29 anni a causa di un tumore. Il Comune di Solaro partecipa all’evento sportivo ma anche alla campagna di sensibilizzazione lanciata dall’associazione con il patrocinio e con un pieno sostegno alle finalità sociali ed educative

Generica 2020

Sarà dedicato al ricordo di Jessica De Ponti, giovane solarese scomparsa all’età di soli 29 anni a causa di un tumore, il saggio di fine anno della Asd Rhythmic’s Team. Il Comune di Solaro partecipa all’evento sportivo ma anche alla campagna di sensibilizzazione lanciata dall’associazione con il patrocinio e con un pieno sostegno alle finalità sociali ed educative.

Lo spettacolo di danza è in programma per domenica 29 maggio alle ore 16 al palazzetto dello sport di corso Berlinguer.

Jennifer Molinari, Asd Rhythmic’s Team: «Abbiamo deciso di dedicare il saggio di fine anno a Jessica De Ponti, amica e cittadina solarese, venuta a mancare il 31 maggio 2018, all’età di 29 anni, a causa di un tumore al collo dell’utero. Purtroppo il covid non ci ha permesso di organizzare prima un evento dedicato a lei e ci teniamo che sia un evento di sensibilizzazione al tema della prevenzione. Il tempismo è fondamentale nel caso in cui si affronti un tumore e la prevenzione è lo strumento per consentire di agire il prima possibile e con più strumenti a disposizione. Non è mai il momento giusto, non è mai troppo presto per iniziare, non si è mai troppo giovani. Purtroppo durante il percorso clinico di Jennifer sono stati sottovalutati i sintomi, comportando una diagnosi e un’azione tardive contro il tumore. Un vaccino o un semplice esame di routine avrebbero potuto cambiare le cose e lei avrebbe potuto continuare a vivere. Il saggio è dedicato a lei, così come la nostra opera di sensibilizzazione».

Il sindaco di Solaro Nilde Moretti: «Ringrazio l’associazione per aver pensato ad un’iniziativa dal così forte carattere sociale: ne condividiamo le finalità e le idee, anche per questo quando ci hanno proposto di patrocinarla non abbiamo esitato un istante. Il messaggio che lanciamo oggi è quello della prevenzione: a volte un semplice esame può salvare la vita, dobbiamo diffondere e sostenere quest’idea affinché più persone possibile siano raggiunte nella speranza di contribuire a migliorare la consapevolezza sul tema».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore