Quantcast

Il tour elettorale di VareseNews, la tappa a Gerenzano

Il nostro tour elettorale ha fatto tappa a Gerenzano lo scorso 9 maggio, paese tra i dieci Comuni del Varesotto che il prossimo 12 giugno andranno ad elezioni per il rinnovo del Sindaco e del Consiglio comunale

Generica 2020

È stato Gerenzano la quarta tappa del tour di VareseNews tra i dieci Comuni del Varesotto che il prossimo 12 giugno andranno ad elezioni per il rinnovo del Sindaco e del Consiglio comunale.

Per capire cosa si muove tra i vari gruppi politici in vista di questa importante scadenza elettorale, insieme al consueto lavoro di approfondimento giornalistico su candidati, proposte e campagna elettorale, abbiamo organizzato un tour elettorale, svoltosi nel corso della giornata di lunedì 9 maggio.

Idee in Comune

Siamo partiti da piazza Alcide De Gasperi incontrando Marco Franchi (nella foto sottostante), rappresentante in Consiglio comunale del gruppo Idee in Comune.

Si tratta di una lista civica di recente formazione, nata nel 2020 da quello che era precedentemente il gruppo di Forza Italia, abbandonato dopo i fatti di cronaca che nel 2019 coinvolsero alcuni esponenti del partito azzurro a livello provinciale.

Generica 2020

«La nostra è una lista civica “pura”, non vogliamo nessuna interferenza delle segreterie provinciali, ci presenteremo come civici, senza nessuna intrusione dei partiti» ha sottolineato Franchi. «Ognuno ha chiaramente il proprio passato politico, ma quello che ho voluto sottolineare a tutti quelli che hanno aderito al progetto è il fatto che siamo una lista civica a tutti gli effetti».

Il gruppo non ha ancora presentato il candidato sindaco. Per conoscere nome e volto della persona che guiderà Idee in Comune all’ormai prossima tornata elettorale si dovrà infatti attendere sabato 14 maggio, termine ultimo previsto dalla legge per la presentazione ufficiale in Comune di liste e candidati. «È tutto pronto, però vogliamo aspettare ancora qualche giorno a comunicarlo» ha spiegato Franchi, che ha anticipato di non essere il candidato sindaco «sarò sicuramente in lista e darò tutto il mio contributo perché è un progetto a cui tengo molto, ma non sarò il candidato sindaco».

«Secondo me in questi 10 anni il paese è cresciuto, non solo a livello di abitanti, ma anche di opere fatte – ha spiegato il gerenzanese -. Non si può dire che tutto quello che è stato fatto sia perfetto, perché la perfezione è anche difficile da raggiungere. Diciamo che di cose ne sono state fatte, ma tutto è migliorabile».

Tra gli aspetti del programma elettorale di Idee in Comune che Franchi cita ci sono interventi per migliorare il decoro urbano e la pulizia, soprattuto dei marciapiedi, la sicurezza con particolare riguardo alla situazione in cui versa la Polizia locale ed infine la vivibilità del paese, perché «rispetto ai paesi che ci circondano, dove vengono organizzate feste, manifestazioni e momenti di animazione, forse Gerenzano è un po’ carente da questo punto di vista, bisognerebbe fare più proposte. L’assessore Mariotti si è impegnata e lo riconosco, però si potrebbe fare di più per Gerenzano».

Insieme e Libertà per Gerenzano

Abbiamo poi incontrato davanti al piazzale del Municipio una parte del gruppo di maggioranza “Insieme e Libertà per Gerenzano”, con la candidata sindaco Stefania Castagnoli (assessore al Bilancio uscente della seconda Giunta Campi) e gli assessori uscenti Pierangelo Borghi (che è anche vicesindaco), Emanuele Pini (nella foto qui sottostante) Monica Mariotti e Dario Borghi. Assente per cause di forza maggiore il sindaco uscente Ivano Campi, in via di guarigione dal covid.

Generica 2020

Ci siamo quindi recati con candidata sindaco e assessori a Palazzo Fagnani – Clerici, un edificio settecentesco sito nel pieno centro di Gerenzano, ad angolo tra le vie Fagnani e Duca Degli Abruzzi. Il Comune ha partecipato al bando regionale 2021 di rigenerazione urbana, ottenendo 220 mila euro che serviranno per rendere fruibili alla cittadinanza gli spazi dell’edificio, che fino al 2017 fu sede degli uffici comunali e oggi risulta in gran parte inutilizzato ed in precarie condizioni conservative.

«In parte lo gestisce oggi la cooperativa Scelag, che promuove sul territorio iniziative di carattere culturale – ha spiegato il vicesindaco uscente Pierangelo borghi -. Fanno mostre, presentazioni di libri, concerti. I 220 mila euro di Regione Lombardia copriranno per intero le spese per ristrutturare l’edificio».

L’idea del gruppo è quella di creare qui un polo di attrazione ludico- culturale, con il trasferimento nei locali restaurati della biblioteca comunale e quindi unitamente alle attività culturali già portate avanti dalla cooperativa Scelag. «Vorremmo che diventasse un punto di aggregazione e di incontro, sistemeremo anche il piazzale esterno» ha aggiunto Borghi. «È un altro tassello per rivitalizzare il centro cittadino» ha dichiarato la candidata sindaco Stefania Castagnoli.

Generica 2020

In compagnia dell’amministrazione comunale uscente ci siamo spostati quindi ad uno dei punti forti di Gerenzano, il parco degli Aironi, un’area verde di circa 40 ettari a pochissimi chilometri dal centro del paese.

Qui il Comune ha recentemente riqualificato la palazzina esterna che si trova ad ingresso del parco, realizzando un nuovo spazio ricettivo in appoggio al fabbricato già esistente (la fotografia sottostante). La struttura, dedicata alla ristorazione, è gestita dalla cooperativa Il Granello di Cislago.

Generica 2020

«Era necessario realizzarla per rendere il parco fruibile durante tutto l’anno, anche per i mesi invernali e autunnali» ha raccontato l’assessore ai Lavori pubblici Emanuele Pini, che in caso di vittoria del gruppo Insieme e Libertà per Gerenzano svolgerà il ruolo di vicesindaco.

Generica 2020

Ci siamo poi spostati presso il vicino centro sportivo comunale, recentemente intitolato allo storico CT della nazionale Enzo Bearzot. Lo scorso settembre qui è stato inaugurato il nuovo campo da calcio in sintetico: «È stato realizzato con un finanziamento a carico del Comune e gli interessi a carico dell’istituto per il credito sportivo, quindi a interessi zero per i gerenzanesi – ha spiegato l’assessore Pini -. Prima era un campo in terra, molto polveroso, praticamente inagibile. Ora è tutta un’altra cosa, anche la società e i genitori dei ragazzi sono molto soddisfatti di quest’opera». Per il centro sportivo i progetti dell’amministrazione sono diversi: dalla riparazione della tecnostruttura, danneggiata ad inizio anno dal maltempo, già finanziata e in fase di affidamento dei lavori, ai sogni ancora da realizzare, come la creazione in questo centro di un’area feste, «che potrà usare sia l’Asd Gerenzanese calcio che tutte le associazioni del paese per feste ed eventi», nuovi spogliatoi al di sotto della tribuna spettatori esistente, a servizio del grande campo da calcio e un nuovo campo in erba.

Generica 2020

A spiegare sogni e progetti per Gerenzano la candidata sindaco Stefania Castagnoli: «Prima di tutto migliorare la qualità di vita dei gerenzanesi, sia dal punto di vista dell’attenzione ai bisogni del singolo, che a quelli della comunità intera. Il nostro è un programma molto ricco nel settore del sociale, dalla formazione dei caregiver familiari alla creazione di gruppi di mutuo-aiuto sono tante le proposte in programma. Intendiamo poi portare avanti gli interventi di manutenzione sugli edifici comunali, con una particolare attenzione al risparmio energetico».

Sulla lista la candidata sindaco ha dichiarato: «È una lista variegata, ci sono persone che appartengono all’attuale amministrazione ed elementi nuovi che si sono aggiunti al nostro gruppo di lavoro nel corso degli anni. È un gruppo composto da persone che hanno esperienze professionali e di studi diverse, è un punto di forza perché permette di avere competenze diverse che rispondono al meglio alle esigenze dei cittadini».

Generica 2020

«In questi cinque anni abbiamo fatto tanto per Gerenzano – ha concluso la candidata sindaco -. Sono stati anni impegnativi in cui ho imparato tantissimo sulla macchina amministrativa. Anni in cui mi sono appassionata davvero tanto a questo lavoro, in cui da assessore al Bilancio ho avuto l’opportunità di avvicinare e conoscere tutti i settori che gestisce il Comune. La conoscenza che ho acquisito in questo periodo ritengo sia sufficiente e approfondita per affrontare il mandato di sindaco».

Centrodestra Gerenzano

Abbiamo chiuso la giornata di tour elettorale incontrando Ambrogio Clerici, candidato sindaco della lista “Centrodestra Gerenzano”, supportata da Lega, Fratelli d’Italia e dalla civica Gerenzano Viva. Classe 1964, sposato e padre di cinque figlie, è un imprenditore nel settore della distribuzione di materiali edili. Ha ricoperto il ruolo di assessore all’edilizia privata dal 2007 al 2012, durante la Giunta guidata da Silvano Garbelli.

Generica 2020

Insieme a Clerici abbiamo incontrato anche Cristiano Borghi, che appoggerà in lista il candidato sindaco e che attualmente è consigliere comunale della lista “Cristiano Borghi Sindaco”. «Il nostro è un gruppo che ha tre anime: Lega, Fratelli d’Italia e l’anima civica – ha dichiarato Borghi -. Il nostro gruppo arriva da cinque anni di lavoro, ci trovavamo tutti i lunedì. Abbiamo quindi creato un gruppo forte, abituato a lavorare insieme. In questi cinque anni abbiamo lavorato per formare un’alternativa a questa maggioranza, un’alternativa che sia credibile, affidabile e competente, fatta di persone che fanno politica esclusivamente per passione e non per interessi personali».

Borghi non ha risparmiato critiche alla maggioranza uscente, da pesanti accuse di conflitti di interesse a giudizi negativi su determinate decisioni della Giunta Campi: «Ci sono state delle scelte politiche amministrative che noi abbiamo aspramente contestato, ad esempio lo spostamento della sede della farmacia, che dal centro è stata spostata in periferia – ha dichiarato Borghi -. In via Duca degli Abruzzi, quindi in centro paese hanno poi sostituito il porfido con l’asfalto, quando tutte le amministrazioni comunali che si rispettino fanno esattamente il contrario, cioè tolgono il catrame e mettono il porfido per cercare di abbellire il centro storico».

Generica 2020

In foto, Cristiano Borghi

A spiegare i progetti e le proposte per Gerenzano il candidato sindaco Ambrogio Clerici: «In questi cinque anni abbiamo lavorato e soprattuto ascoltato le persone, quindi il nostro programma è stato costruito con i gerenzanesi. Il programma vuole unire questo paese e tutti coloro che ne fanno parte, dall’oratorio alla parrocchia a tutte le associazioni, nessuno escluso. Unire significa non escludere nessuno».

«Vogliamo poi far crescere e dare aiuto alle associazioni – ha continuato Clerici -. Dare aiuto non vuol dire semplicemente costruire il campo da calcio o grandi strutture, ma vuole dire anche dare un contributo per tenere in vita queste associazioni. Poi possono anche arrivare le grandi strutture, ma la cosa fondamentale è dare un contributo per fare esistere le associazioni».

«Altre cose fondamentali sono fare manutenzione alle strutture esistenti e far rivivere il centro storico – ha concluso Clerici -. I negozi di vicinato a Gerenzano sono quasi tutti morti. Sono morti perché forse le scelte dell’attuale amministrazione non sono state di supporto a queste attività. Abbiamo paesi come Turate, Cislago e Uboldo che possono insegnarci qualcosa su questo punto, basterebbe un po’ di umiltà per andare a vedere e a capire come si sono mossi gli altri paesi per cercare di riproporlo poi a Gerenzano».

Altro aspetto centrale nel programma del gruppo Centrodestra Gerenzano è «la cura delle periferie – ha dichiarato Borghi -, perché le grosse lamentele che noi abbiamo avuto in questi anni arrivano soprattutto dalle periferie che sono state dimenticate. Mi riferisco all’ordinaria manutenzione, alla pulizia, alla raccolta dell’immondizia che spesso è carente, alla potatura degli alberi, allo sfalcio del verde. Sono cose semplici, che però per il cittadino sono importanti. Quindi vogliamo mantenere il bello che c’è e mantenere belle le periferie, che sono parte integrante del paese».

Lo speciale elezioni di VareseNews

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore