Quantcast

Andrea Bonfanti è il nuovo Presidente della Piccola Industria di Univa

Il passaggio di consegne con Giancarlo Saporiti è avvenuto durante la prima riunione del Comitato appena rinnovato dopo la tornata elettiva delle Assemblee dei Gruppi merceologici dell’Unione Industriali

andrea bonfanti presidente piccola industria univa

«La tradizionale e diffusa vocazione delle nostre Pmi all’innovazione incrementale, alla ricerca applicata e allo sviluppo di nuovi prodotti e processi oggi si trova di fronte a sfide epocali come quelle della digitalizzazione, dell’industria 4.0 e della sostenibilità che alzano l’asticella e impongono nuovi modelli organizzativi» – sono state le sue prime parole da presidente della Piccola Industria di Univa, Andrea Bonfanti (a sinistra nella foto con Roberto Grassi al centro e Giancarlo Saporiti a destra).

Il passaggio di consegne con il Presidente uscente, Giancarlo Saporiti, è avvenuto, con voto unanime, durante la riunione di insediamento del Comitato nella sua nuova composizione dopo la tornata elettiva delle Assemblee dei Gruppi merceologici di Univa che hanno nominato i propri rappresentanti delle imprese con meno di 100 dipendenti.

Chi è Andrea Bonfanti

Andrea Bonfanti è Direttore Commerciale della Bonfanti Borse Srl, azienda di Gorla Minore che dal 1945 opera nel settore della produzione e vendita di borse e accessori per la moda. Un ruolo, quello che riveste nell’impresa di famiglia, a cui si affianca da tempo l’impegno per la causa associativa. Lo scorso dicembre Bonfanti è stato eletto Vicepresidente nazionale della Piccola Industria di Confindustria con delega a “Innovazione, Ricerca e Sviluppo”.

«Innanzitutto – ha commentato subito dopo la propria elezione Andrea Bonfanti – è doveroso ringraziare Giancarlo Saporiti per i suoi quattro anni di servizio associativo. Tutti ormai riconosciamo la centralità dell’innovazione nei processi di crescita delle piccole e medie imprese. Meno scontato, però, è riuscire a rimuovere difficoltà e criticità tipiche della piccola industria che non può contare sulle stesse risorse e gli stessi canali a disposizioni delle grandi aziende. La tradizionale e diffusa vocazione delle nostre Pmi all’innovazione incrementale, alla ricerca applicata e allo sviluppo di nuovi prodotti e processi oggi si trova di fronte a sfide epocali come quelle della digitalizzazione, dell’industria 4.0 e della sostenibilità che alzano l’asticella e impongono nuovi modelli organizzativi. Serve creare occasioni di collaborazione tra Pmi e sistema accademico e della ricerca italiano per dar vita a più agevoli percorsi di trasferimento tecnologico. Servono progetti che facciano da incubatori di startup. Dobbiamo investire su una maggiore cultura di tutela della proprietà intellettuale, ma allo stesso tempo dobbiamo cercare nuove forme di collaborazione tra imprese, mondo della ricerca e attori pubblici attraverso modelli di open innovation. Occorre un cambiamento radicale su più fronti, dunque, non ultimo quello della finanza d’impresa e l’apertura al mercato dei capitali. Tutti fronti sui quali la Piccola Industria di Varese darà il proprio contributo sia a livello locale, all’interno di Univa, sia a livello regionale, sia nazionale all’interno del Sistema Confindustria».

Giancarlo Saporiti ha lasciato la carica definendosi «fiero del lavoro che abbiamo fatto in questi quattro anni e che ci ha portato a costruire diversi progetti che hanno dato lustro e visibilità alla nostra Piccola Industria. Porterò nel cuore particolarmente il Pmi Day. Un nome che oggi fa sorridere visto che quella che è la Giornata nazionale della piccola e media impresa organizzata in tutta Italia da Confindustria, per noi è ormai da tempo un ciclo continuo di eventi che durante tutto l’anno coinvolge oltre 4.000 preadolescenti delle classi terze delle scuole medie. Un’età davvero difficile da entusiasmare, ma i riscontri del nostro progetto ci dicono esattamente il contrario. I risultati ottenuti in termini di orientamento allo studio con questo progetto mi rende orgoglioso». Saporiti rimarrà all’interno del Comitato della Piccola Industria di Univa, come rappresentante del Gruppo merceologico “Meccaniche”.

Andrea Bonfanti, invece, in qualità di neo-Presidente della Piccola Industria entrerà nella squadra del Consiglio di Presidenza di Univa, guidato dal Presidente Roberto Grassi che ha commentato: «Ringrazio Giancarlo Saporiti per aver saputo rappresentare la visione di Univa negli organi confederali della Piccola Industria. Un’attività di relazione impegnativa per il tempo dedicato e molto apprezzata da tutta la compagine associativa. Questa attività ha permesso ad Andrea Bonfanti di arrivare a ricoprire la carica di Vicepresidente nazionale della Piccola Industria e di aggiungere un altro imprenditore della nostra Unione Industriali nel Consiglio Generale di Confindustria nazionale. Senza Giancarlo questo risultato non sarebbe stato possibile».

La nuova composizione del Comitato per la Piccola Industria di Univa

Andrea Bonfanti (Presidente) – Gruppo “Tessile e Abbigliamento”
Patrizia Pigni (Vicepresidente) – Gruppo “Cartarie, Editoriali e Poligrafiche”
Oscar Spazzini (Vicepresidente) – Gruppo “Gomma e Materie Plastiche”
Massimo Bianchi – Gruppo “Legno”
Massimo Garavaglia – Gruppo “Siderurgiche, Metallurgiche e Fonderie”
Gianluca Marvelli – Gruppo “Varie”
Franco Melato – Gruppo “Chimiche, Farmaceutiche e Conciarie”
Sonia Molea – Gruppo “Materiali da Costruzione, Estrattive e Cave”
Andrea Prati – Gruppo “Servizi Infrastrutturali e Trasporti”
Giancarlo Saporiti – Gruppo “Meccaniche”
Giovanni Sessa – Gruppo “Alimentari e Bevande”
Carlo Vanoni – Gruppo “Terziario Avanzato”

Il Comitato per la Piccola Industria dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese è l’espressione più fedele dell’imprenditoria locale: l’87% delle imprese associate a Univa ha infatti meno di 100 addetti; il 72% meno di 50 addetti; le imprese con più di 200 addetti sono il 5%.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore