Quantcast

Comune di Solaro e Istituto Regina Elena contro bullismo e cyberbullismo

Il Comune di Solaro sostiene l’iniziativa dell’Istituto comprensivo Regina Elena “La nostra impronta contro il bullismo” in occasione della Giornata nazionale contro il bullismo ed il cyberbullismo in programma per lunedì 7 febbraio

Generico 2018

Il Comune di Solaro sostiene l’iniziativa dell’Istituto comprensivo Regina Elena “La nostra impronta contro il bullismo” in occasione della Giornata nazionale contro il bullismo ed il cyberbullismo in programma per lunedì 7 febbraio.

L’iniziativa, lanciata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano nazionale contro il bullismo, si celebrerà in concomitanza con la Giornata mondiale per la sicurezza in Rete istituita e promossa dalla Commissione Europea, in contemporanea in cento nazioni di tutto il Mondo. In occasione di “Un nodo blu – le scuole unite contro il bullismo” sulla facciata di tutti i plessi dell’Istituto comprensivo comparirà un maxi nodo blu simboleggiante la lotta al bullismo negli ambienti scolastici. Tutti gli alunni sono stati invitati a presentarsi a scuola con un nodo blu, un disegno, un cartellone, una corda, un fazzoletto o un drappo che simboleggi il loro impegno. Durante la giornata, nelle classi, saranno promossi momenti di dibattito e di confronto su questa tematica sociale dilagante, mentre la maxi installazione rappresenterà l’impegno di tutta la comunità scolastica nel contrastare questa problematica ed un atto di sensibilizzazione rivolto a tutti i cittadini sull’uso consapevole delle nuove tecnologie e sulla necessità di denunciare gli atteggiamenti impropri. A tutti i partecipanti sarà distribuita una spilletta “Un nodo blu”, simbolo della campagna nazionale. A questo impegno di sensibilizzazione, l’amministrazione comunale aggiunge l’azione concreta dell’apertura di uno sportello di ascolto psicologico alla scuola secondaria Pirandello.

Il sindaco di Solaro Nilde Moretti: «Siamo consapevoli di come ogni giorno che passa la tecnologia sia sempre più presente nelle nostre vite, per questo è bene che iniziative come quella promossa dal nostro Istituto comprensivo permettano ai ragazzi di conoscerne rischi e pericoli, oltre che i pregi di un uso corretto. Il fatto che le installazioni siano ben visibili inoltre contribuirà a sensibilizzare anche le famiglie ed i cittadini di Solaro, per un impegno che sia concreto nel contrastare fenomeni per i quali non vi è alcuno spazio nella nostra comunità».

Monica Beretta, assessore all’Educazione: «Contrastare il fenomeno del bullismo è una priorità per poter realizzare l’obiettivo di star bene a scuola e questo è anche l’obiettivo della squadra di docenti dell’Istituto Regina Elena di Solaro che ha saputo negli anni formarsi e coinvolgere tutto l’istituto per attuare un’educazione alla responsabilità e alla convivenza. Perché essere rispettati è un diritto, rispettare gli altri è un valore e un dovere che gli alunni e gli studenti dovrebbero acquisire nel corso della loro esperienza scolastica. Ringrazio tutti i docenti per il loro instancabile lavoro educativo di contrasto e prevenzione continua e gli operatori dello sportello d’ascolto psicologico aperto da dicembre nel plesso Pirandello, con la collaborazione di due esperte del settore ed un finanziamento rientrante nel Piano di Diritto allo Studio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Febbraio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore