Quantcast

“Da Obiettivo Saronno falsità e propaganda elettorale”

Con Saronno, Partito Democratico, Saronno Civica e Tu@Saronno rispondono in merito alle dichiarazioni dell'ex assessore Novella Ciceroni e alle accuse del gruppo Obiettivo Saronno

Saronno consiglio comunale

“Torniamo ad occuparci delle necessità di Saronno e dei saronnesi”. È ciò che si augurano le liste di maggioranza Con Saronno, Partito Democratico, Saronno Civica e Tu@Saronno, nei giorni successivi alla revoca delle deleghe all’ormai ex assessore Novella Ciceroni e alla seguente uscita di Obiettivo Saronno dalla maggioranza.

Ad infiammare infatti il dibattito politico cittadino in questi giorni di metà gennaio sono i post Facebook dei consiglieri comunali della lista viola, che hanno duramente attaccato il sindaco e il gruppo politico alla guida della città con accuse di mancanza di trasparenza, di comunicazione e di ascolto.

Ad aggiungere ulteriore carne al fuoco sono poi state le dichiarazioni rilasciate dall’ex assessore Ciceroni durante un’intervista a IlSaronno, parole alle quali però i gruppi di maggioranza hanno voluto rispondere con alcune precisazioni.

La nota dei gruppi di maggioranza: 

Siamo costernati per gli sgradevoli apprezzamenti che l’ex-candidata sindaco di Obiettivo Saronno, Novella Ciceroni, ha rivolto al sindaco Augusto Airoldi durante l’intervista del 15 gennaio, in diretta Facebook.

Il volgare riferimento all’inesistente pregiudizio del sindaco nei confronti del genere femminile e l’irriguardoso richiamo alla figura di Schettino fatti dall’ex-assessore costituiscono gravi offese che, pur dando la cifra della scarsa considerazione personale verso Augusto Airoldi e dell’atteggiamento con cui i rappresentanti di Obiettivo Saronno si sono costantemente posti nei suoi confronti, auspichiamo siano dovuti al particolare stato di tensione del momento. Riteniamo quindi opportuno far sentire al Sindaco Augusto Airoldi la nostra piena e incondizionata solidarietà, confermando, com’è noto a chiunque abbia avuto modo di relazionarsi con lui in ambito politico e sociale, le sue qualità umane e morali.

Serve inoltre puntualizzare che, contrariamente a quanto affermato dall’ex-candidata Ciceroni, è stata Obiettivo Saronno a decidere di uscire dalla maggioranza una volta appreso che il Sindaco, con l’assenso di tutte le altre forze, avrebbe ritirato le deleghe alla loro assessora, lasciando loro, tuttavia, la facoltà di proporre un nuovo candidato. Invece, per l’ennesima volta, Obiettivo Saronno ha rifiutato ogni possibilità di confronto, come già avvenuto in occasione della tristemente famosa delibera delle opposizioni sul commercio presentata il 26 novembre scorso, che ha di fatto aperto la crisi di maggioranza.

Questo è quello che è stato chiesto loro: trovare attraverso il dialogo e il confronto soluzioni condivise interne alla maggioranza della quale facevano parte, non certo di dire “sempre incondizionatamente di sì” come pubblicamente più volte dichiarato, evidentemente in malafede e per chiare ragioni di propaganda.

Queste le doverose precisazioni che abbiamo ritenuto opportuno fare. Ci auguriamo che da qui in avanti si possano tralasciare le schermaglie politiche e tornare a occuparsi delle necessità di Saronno e dei saronnesi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore