Quantcast

Effetto Covid sul cenone al ristorante. Confcommercio Milano: “Perdita vicina al 30% di fatturato”

Le stime e le rilevazioni dell’Ufficio Studi per Milano, Monza Brianza, Lodi. "Almeno il 29% di clienti in meno e – 27% di fatturato. Lombardia in zona gialla? 16 milioni di euro consumi in meno alla settimana (-8,05%)"

Generica 2020

Più delivery e locali che registrano una parte di disdette su precedenti prenotazioni. In più c’è anche chi ha deciso di anticipare la chiusura o di restare chiuso. Quella che insomma si registra a livello generale, è un’accresciuta cautela ed attenzione per l’andamento dei contagi.

Sarà quindi un cenone con l’effetto Covid quello di fine 2021 per Milano, Monza Brianza e Lodi, con un calo dei clienti di almeno il 29% rispetto al 2019 (non rilevati, per la diversa situazione di restrizioni anti-Covid, i dati 2020). A confermarlo le  rilevazioni dell’Ufficio Studi di Confcommercio Milano, in collaborazione con il Centro studi della Federazione italiana pubblici esercizi, ed Epam, l’Associazione pubblici esercizi Confcommercio Milano.

A Milano, Monza Brianza e Lodi si prevede un afflusso nei ristoranti di oltre 285.700 persone. Erano 400.000 2 anni fa, a Milano città 170 mila contro gli oltre 220 mila del 2019. E altrettanto rilevante, -27%, è la contrazione di fatturato prevista: da 39.400.000 euro del 2019 si scende a 28.775.281 di quest’anno.

La spesa media pro-capite per cenone si attesta a 93,4 euro a persona, inferiore al 2019 (98,5 euro). Il probabile passaggio in zona gialla della Lombardia, stima inoltre l’Ufficio studi di Confcommercio Milano, comporterà per la ristorazione quasi 16 milioni di euro (15,74 milioni €) di consumi persi alla settimana con un calo di oltre l’8% (8,05%).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore