Quantcast

Il Movimento 5 Stelle domanda: “Cosa succede a Saronno?”

Intervento del gruppo esterno al consiglio comunale che chiede conto di quanto stia succedendo a livello politico in città, tra tensioni e dubbi sull’operato dell’amministrazione comunale

Generica 2020

Intervento del gruppo esterno al consiglio comunale che chiede conto di quanto stia succedendo a livello politico in città, tra tensioni e dubbi sull’operato dell’amministrazione comunale

La città di Saronno sempre piu’ confusa con  questa amministrazione in contrasto continuo tra le forze politiche al suo interno. Una situazione che produce un immobilismo amministrativo pericoloso, visti i temi e le situazioni che si dovranno affrontare in un futuro ormai imminente. Dopo otto mesi di governo si è palesata la prima crisi politica di questa amministrazione,  dove veniva messo in dubbio direttamente l’operato dell’ assessore all’ urbanistica ( rigenerazione urbana) e indirettamente il ruolo del Sindaco,  il tutto poi risolto con la costituzione di gruppi tematici responsabilizzando così vari consiglieri comunali senza un’analisi approfondita del problema emerso. Successivamente abbiamo assistito alle dimissioni dell’assessore al bilancio motivate da problemi lavorativi,  già esistenti al momento dell’assegnazione della delega, e anche in questo caso affrontato dalla squadra di governo  con uno “scontro interno” riguardante la separazione dell’assessorato al bilancio da uno specifico al commercio,  da attribuire a una componente di maggioranza ( Obiettivo Saronno ) .

Nel frattempo in città  partivano gli incontri nei quartieri , accolti  positivamente da tutti, e che noi come M5S abbiamo reputato importanti come apertura nei confronti della cittadinanza, non mancando tuttavia  di evidenziare la mancanza di una reale  partecipazione intesa come coinvolgimento a livello progettuale e informativo, incontri  tra l’altro troppo presto interrotti. Arriviamo quindi al punto sensibile che ha visto in consiglio comunale l’attuale maggioranza privata  “della sua maggioranza” su una mozione ed emendamento riguardanti le politiche sul commercio,  evidenziando in tutta la sua drammaticità l’esistenza di problematiche politiche profonde.

Come se tutto questo non bastasse  emerge anche un aumento della retta della Casa di Cura Focris pari a 4 euro al giorno per ogni utente, deciso unilateralmente dal CDA, pari a circa 1500 euro l’anno per ogni degente tutto a carico dei pazienti e dei loro famigliari . Il M5S a questo punto,  di fronte a quanto sopra elencato,  si pone e pone all’opinione pubblica alcune riflessioni : “dopo circa un anno di legislatura ( e ne mancano ancora quattro alla fine)  come può un’ amministrazione muoversi nell’ambito  dei personalismi che continuamente emergono  in maniera consistente nella squadra di governo?  Se alla maggioranza vengono a mancare i numeri su temi di scarsa rilevanza, come la mozione sul commercio, a cosa assisteremo  quando si dovranno affrontare questioni ben piu’ importanti per la città di Saronno a forte rilevanza economica? ”

Assordante il silenzio del PD su molte questioni che riguardano la gestione cittadina,  e noi non possiamo che sospettare che la coalizione che oggi governa Saronno si sia solo “coalizzata” per vincere le elezioni senza considerare che il giorno successivo avrebbe dovuto però governare,  e creare una tale compagine non avrebbe facilitato il lavoro da svolgere a beneficio dei cittadini. Ci teniamo a porre l’attenzione su come e quanto la componente Obiettivo Saronno,  con il suo consenso di circa il 12%,  condizioni (neanche troppo velatamente) l’operato del Sindaco,  dimostrando una scarsa capacità politica con dinamiche finalizzate al proprio interesse piuttosto che a quello della collettività.

Movimento 5 Stelle Saronno

di tommaso.guidotti@varesenews.it
Pubblicato il 07 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore