Quantcast

Via libera al Super Green Pass, entra in vigore dal 6 dicembre

Green pass rafforzato durante il periodo di Natale, estensione dell'obbligo vaccinale ad altre categorie di lavoratori e per l'accesso ad altri luoghi pubblici. Dal primo dicembre terza dose dai 18 anni in su

green pass

Green pass rafforzato durante il periodo di Natale, estensione dell’obbligo vaccinale ad alcune categorie di lavoratori e per l’accesso ad alcuni luoghi pubblico, tra cui i trasporti. Richiamo delle terza dose anche dai 18 anni in su, a partire dal primo dicembre.

Sono queste alcune delle misure previste dal decreto approvato dal Consiglio dei ministri e illustrate durante la conferenza di mercoledì 24 novembre.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi durante l’attesa conferenza stampa di mercoledì 24 novembre ha spiegato: «Abbiamo preso degli importanti provvedimenti in tema di controllo della pandemia. Al momento la situazione in Italia è sotto controllo, una delle migliori in Europa e questo grazie all’importante campagna vaccinale. Ringrazio tutti gli italiani che hanno aderito con numeri notevoli e coloro che stanno aderendo alla terza dose. Ora però, occorre chiedersi come evitare eventuali rischi, soprattutto con la stagione fredda alle porte e l’esempio di molti Paesi europei, vicini a noi, dove la situazione non è facile. L’Italia, al momento, si trova in un situazione di lieve e costante peggioramento ed è necessario intervenire per evitare chiusure e tornare ai tempi del passato». E anticipa: «Per questo abbiamo deciso di anticipare la terza dose a cinque mesi e non più a sei».

E spiega lo spirito con cui sono stati presi i provvedimenti: «Vogliamo prevenire per conservare. Dobbiamo evitare i periodi difficili che abbiamo già vissuto, l’economia sta tornando a crescere ed è tornata la socialità. Vogliamo conservare questa normalità».

Ad illustrare le misure del nuovo provvedimento è stato il ministro della Salute Roberto Speranza che spiega: «Ci siamo mossi su quattro temi fondamentali. Il primo è l’estensione dell’obbligo vaccinale, al momento vigente per il personale sanitario e per gli operatori sanitari delle Rsa, anche a tutti coloro che lavorano nelle strutture. Inoltre, l’obbligo verrà esteso ad altre categorie: alle forze dell’ordine e ai militari e a tutto il personale scolastico. questo riguarderà  anche la terza dose o il richiamo per chi ha fatto il vaccino ad un sola dose.

Il secondo ambito di intervento è l’estensione dell’utilizzo del Green Pass ad una serie di luoghi: agli alberghi, al trasporto ferroviario ragionale e interregionale, al trasporto pubblico locale, agli spogliatoi di tutte le attività sportive. Il Green pass non avrà più validità di 12 mesi ma di 9 mesi, questo è stato deciso sulla base della capacità della tenuta del vaccino. Il terzo punto riguarda come ottenere il Green Pass. Oggi viene dato con la vaccinazione, con la guarigione e con un tampone negativo antigenico o molecolere. Per una fase temporale, quella tra il 6 dicembre e il 15 gennaio, introduciamo un Green pass rafforzato che si ottiene solo con la vaccinazione o per coloro che sono guariti. Questo già in zona bianca, in caso di cambio di colore delle regione eviteremo le restrizioni per le persone vaccinate. Il quarto ambito di intervento è quello dei controlli del Green Pass per i quali prevediamo ulteriori controlli pianificati con i Comitati di sicurezza dell’ordine pubblico».

Il ministro Speranza, conclude: «Da oggi è possibile avere il richiamo per la terza dose a cinque mesi dall’ultima. Dal primo dicembre sarà possibile prenotare la dose di richiamo dai 18 anni in su».

A concludere la conferenza stampa è stata il ministro Mariastella Gelmini che ha sottolineato la collaborazione dei presidenti delle Regioni, i sindaci e i presidenti delle Regioni, favorevoli, per la maggior parte alle nuove misure.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore