Quantcast

Pd Saronno: “Vaccini, convintamente al fianco del sindaco Airoldi”

Il Pd di Saronno interviene nel dibattito tra pro e anti vaccini e lo fa con una nota diffusa sui canali social del partito, in completo appoggio al sindaco saronnese Augusto Airoldi, attaccato dal gruppo “Guerrieri ViVi”

Augusto Airoldi

Il Pd di Saronno interviene nel dibattito tra pro e anti vaccini e lo fa con una nota diffusa sui canali social del partito, in completo appoggio al sindaco saronnese Augusto Airoldi, attaccato dal gruppo “Guerrieri ViVi”

Dem e amministrazione Airoldi dalla parte della scienza e della concretezza per contrastare la pandemia . Non si affronta, ne si esce dalla peggiore situazione dal dopoguerra ad oggi senza serietà, senso civico, responsabilità e anche un pò di sacrificio da parte di tutti.

Come PD non abbiamo mai cavalcato il facile scontento, mai accarezzato il pelo ai vari negazionisti, ai vari “io apro”… Soprattutto non abbiamo mai dato spago, con affermazioni dublici e ondivaghe, a chi si inventa ogni “scusa” per mettere in dubbio che il vaccino, unito alle misure di profilassi, sia l’unica arma concreta per garantirci una ripresa della vita “normale” per tutti noi e dell’economia per il nostro paese. Tra l’altro un approccio continuato anche da Draghi come Presidente del Consiglio.

Saronno con l’amministrazione Airoldi per contrastare il covid ha fatto convintamente la sua parte, sia con una capillare azione informativa (la campagna Proteggiamoci dal Covid), sia approntando subito il punto tamponi e diagnostica c/o l’ex bocciodromo. Ma ancor più adoperandosi e investendo risorse per aprire a Saronno un comodo hub vaccinale, che ad oggi ha abbondantemente traguardato le 100.000 dosi somministrate.
L’hub è stata una scelta vincente e un grandissimo ringraziamento va ai medici e ai volontari che ci lavorano, garantendo professionalità e gentilezza a tutte le persone che vi si recano.

Se oggi il nostro paese è in una situazione migliore di tanti altri paesi, anche della stessa Unione Europea, lo si deve alle misure introdotte e ai tantissimi Italiani che via via hanno scelto il buon senso, il rispetto delle misure di profilassi, di affidarsi alla scienza e vaccinarsi.
Oggi a livello nazionale constatiamo che alcune forze politiche, che a volte hanno cercato il consenso proprio andando nella direzione opposta, sono smentite dalle stesse realtà territoriali, dai loro stessi Governatori. Presidenti di Regione che oggi sollecitano al Governo misure anche più severe, contro chi pensa che il non vaccinarsi o il fare “quello che ci pare” sia la soluzione. Basta pensare a una regione come il Friuli-Venezia Giulia e al suo governatore Fedriga.
Questo non puo’ farci che piacere, e tutto questo non può far altro che accelerare e consolidare la ripartenza del nostro paese.

PD Saronno

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore