Quantcast

Amarezza e rabbia, la Caronnese si fa rimontare e perde col Novara

Sconfitta (1-2) subita per mano della corazzata piemontese. Alla Caronnese restano i complimenti degli avversari, ma non arrivano i punti

Generica 2020

Amarezza, delusione e anche un po’ di rabbia. C’è tutto questo nella sconfitta (1-2) subita per mano della corazzata Novara. Alla Caronnese restano i complimenti degli avversari, ma non arrivano i punti per un’altra domenica amara.

Scalise sceglie Argento dietro le punte, spostando Corno al fianco di Esposito con Vitiello inizialmente ancora in panchina. Avvio di gara con la Caronnese che prova a verticalizzare per mettere in porta Argento, che vuole entrare subito nel match ma viene fermato dalle chiamate del secondo assistente. Con il passare dei minuti il Novara cresce e dopo 9 minuti Vuthaj coglie una clamorosa traversa su assist dalla destra di Paglino. Passato il brivido, la Caronnese si mette più sulla difensiva e il Novara prende in mano il pallino del gioco. L’occasione più importante arriva al 32’, con il contatto in area di rigore tra Cosentino e Vuthaj che viene punito dal direttore di gara con la massima punizione. Dal dischetto si presenta proprio Vuthaj che, però, manda clamorosamente alto. Il bomber di tutta la Serie D spreca la chance più ghiotta mentre nel finale di frazione ancora

Argento provoca l’ammonizione di capitan Bergamelli. È proprio il trequartista campano a creare grattacapi con una gran giocata di tacco in avvio di ripresa. E, così, non è una casualità il vantaggio segnato proprio da Argento pescato da Diatta con una bella palla in verticale. Quattro minuti e Caronnese avanti nel punteggio, con Marchionni che sceglie il triplo cambio per dare una scossa alla squadra. Scossa che arriva a metà ripresa, con l’uno-due che ribalta la partita. Prima Pereira trova il diagonale vincente che beffa Angelina (20’), poi Vuthaj si fa perdonare l’errore dal dischetto con il tap in vincente dopo il tiro di Di Maso respinto da Angelina. Caronnese sotto ma la reazione rossoblù arriva nei minuti successivi. Esposito si invola sulla sinistra, sul tiro cross respinto da Spadini arriva il tap in vincente di Vitiello ma con la bandierina dell’assistente alta. Proteste, anche per un’altra segnalazione dopo un colpo di testa di Diatta che manderebbe in porta Corno. Episodi che non sorridono e Caronnese che ancora una volta deve alzare bandiera bianca.

CARONNESE-NOVARA 1-2
CARONNESE (4-3-1-2): Angelina; Lazzaroni, Galletti, Cosentino, De Lucca; Putzolu, Vernocchi (45’ st Arpino), Diatta (35’ st Boschetti); Argento (15’ st Vitiello); Corno, Esposito. A disp.: Ansaldi, Cattaneo, Raso, Meruzzi, Musazzi, Rondina. All.: Scalise.
NOVARA (3-5-1-1): Spadini; Bonaccorsi, Bergamelli, Agostinone (11’ st Vimercati); Paglino, Laaribi, Tentoni, Di Masi (35’ st Amoabeng), Vaccari (11’ st Pereira); Bortoletti (11’ st Capano); Vuthaj. A disp.: Palano, Capano, Spina, Vimercati, Capone, Pereira Lopez, Brucoli, Manti, Amoabeng. All.: Marchionni.
ARBITRO: Guerra di Venosa.
MARCATORI: st 4’ Argento, 20’ Pereira, 22’ Vuthaj.
NOTE: giornata fredda e coperta, terreno sintetico in ottime condizioni. Spettatori 600 circa. Note: 32’ Vuthaj sbaglia un rigore (alto). Espulso: 42’ Ansaldi (C) per proteste dalla panchina. Ammoniti: Tentoni, Bortoletti, Bergamelli, Vernocchi, Laaribi. Angoli 3-5. Recupero 2’, 4’.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore