Quantcast

Gianetti Ruote, il presidio a Ceriano Laghetto continua anche in agosto

I rappresentanti della Uilm Monza e Brianza rilanciano la lotta dei dipendenti dell’azienda di Ceriano Laghetto licenziati lo scorso 3 luglio con una mail spedita dalla proprietà

Generica 2020

«Nel bel mezzo di un agosto infuocato, i lavoratori della Gianetti Ruote continuano a presidiare l’azienda cercando di alleviare i pensieri e le preoccupazioni». Con queste poche parole i rappresentanti della Uilm Monza e Brianza rilanciano la lotta dei dipendenti dell’azienda di Ceriano Laghetto licenziati lo scorso 3 luglio con una mail spedita dalla proprietà, un fondo di investimento tedesco/statunitense.

TUTTE LE NEWS SUL CASO GIANETTI RUOTE

«Dinanzi alla triste irremovibilità di Gianetti Ruote l’unica speranza sembra consistere in una cessione ad un potenziale acquirente. Ma senza il sostegno del Ministero dello Sviluppo economico anche questa ipotesi difficilmente potrà avere un esito positivo, non fosse altro che per ragioni di tempo – dichiarano Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm, e Vittorio Sarti, segretario della Uilm di Milano -. Come sindacato proseguiremo le nostre lotte, ma sappiamo che sarà determinante l’atteggiamento del Ministero dello Sviluppo economico, che speriamo voglia ricorrere al Fondo Salvaguardia per favorire un trasferimento di azienda ad un nuovo soggetto imprenditoriale. Infine approfondiremo la possibilità di pattuire un ricorso alla cassa integrazione a fronte di un ritiro della procedura. Il tempo così guadagnato renderebbe difatti più realistico il tentativo di trovare un acquirente».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore