Quantcast

La “cassa” di Saronno al Centro donata a Casa di Marta e Fondazione CLS

Il gruppo civico si è sciolto e il direttivo ha deciso di devolvere i fondi rimasti alle due realtà saronnesi a cui erano legati i due ex presidenti di SAC Enzo Volontè e Paolo Strano

Generica 2020

Una donazione a due realtà saronnesi protagoniste della solidarietà, in memoria dei due ex presidenti scomparsi prematuramente.

La scelta del direttivo di Saronno al Centro, gruppo civico il cui scioglimento è stato annunciato poche settimane fa, è stata resa pubblica dalla Fondazione CLS, una delle due associazioni beneficiarie della donazione insieme a Casa di Marta.

Una volta chiusa l’esperienza, i membri di SAC hanno infatti deciso di donare il denaro rimasto in cassa alle due realtà cui erano legati sia Enzo Volontè che Paolo Strano (nella foto con Pasqualino Cau, presidente della Fondazione CLS), i due presidenti del gruppo prematuramente scomparsi.

Questa la nota di Fondazione CLS

Qualche giorno fa l’annuncio.

“Saronno al centro” si scioglie definitivamente. Dopo la scomparsa quest’anno di Paolo Strano, presidente e successore del fondatore Enzo Volontè, venuto a mancare nel 2015, la lista civica chiude i battenti.

Fin qui quello che sanno tutti.

Ma quello che la gente non sa è che i responsabili di questa entità hanno voluto devolvere il contenuto della cassa a due associazioni umanitarie fra le più note in città: la casa di Marta e la Fondazione CLS.

Questa iniziativa ci riempie di gioia per due ragioni.

La prima perché ci riconcilia con quella politica fatta di maneggi, collusioni e intrallazzi che alcuni eventi della storia italiana ci hanno educato a considerare normalità. Il comportamento di questo gruppo ci riporta ai valori nobili della politica, all’abnegazione di chi spende sé stesso in nome della collettività. Senza alcun “aggancio” alle liste attuali, senza alcun interesse propagandistico, ciò che è stato raccolto per il pubblico, torna alla parte più bisognosa della comunità in un meraviglioso circolo virtuoso.

La seconda ragione riguarda più la nostra storia e quella di casa di Marta. Enzo Volontè è stato uno dei soci fondatori di queste associazioni. È stato Vicepresidente della Fondazione CLS e una vera e propria fucina di iniziative, grazie alle quali sono giunte più dell’80% delle entrate che hanno consentito di costruire l’Edificio di via Volpi. E Paolo Strano, nei suoi poliedrici ruoli, è stato spesso protagonista di iniziative di solidarietà a favore della Fondazione CLS, come quando tramite l’associazione Sicilia a Saronno offrì un’automobile per gli usi della CLS.

Attraverso questa eredità Enzo e Paolo tornano alla nostra associazione. Il loro più grande contributo è proprio quello di aver ispirato il senso civico nei loro successori, che hanno indovinato e costruito una felice volontà postuma.

Il contributo di Saronno al Centro sarà utilizzato per la realizzazione del Distretto Innovazione Sociale e Solidale, una realtà unica in Europa, che darà lustro alla nostra città, proprio come negli intenti della lista civica.

Dentro le mura di questo progetto ci saranno tutti i protagonisti di questa donazione. E la nostra missione più grande sarà quella di continuare a coltivare i valori di Enzo e Paolo a favore della collettività e delle persone più bisognose della nostra comunità.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore